Home

Accedi



Menu Utente

Chi è online

 68 visitatori online

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi377
mod_vvisit_counterIeri899
mod_vvisit_counterQuesta Settimana1276
mod_vvisit_counterSettimana scorsa6490
mod_vvisit_counterQuesto mese23806
mod_vvisit_counterMese Scorso35568
mod_vvisit_counterDi sempre1199200

Online (da almeno 20 minuti): 15
il tuo IP: 34.228.42.25
,
Oggi: Mar 25, 2019


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Abbiamo deciso di dare i numeri, ma niente paura, siamo (quasi) innocui PDF Stampa E-mail
Lunedì 04 Febbraio 2019 10:00

alt

Fra le numerose liste che i nostri appassionati compilatori aggiornano con diligente regolarità ne inseriamo oggi una un po’ speciale. Una statistica che ci riguarda da vicino: quella dei contatti degli utenti di questo nostro spazio che cerca, e quasi mai ci riesce, di coniugare storia, compilazione numerica, attualità. Quindi spazio ai numeri, pur ricordando che questi stessi sono sempre disponibili alla voce «Benvenuti in ASAI», la prima in alto a sinistra. Questi che pubblichiamo oggi si riferiscono alla intera annata 2018. Ci asterremo da qualsiasi commento, meno uno, che non è nostro ma che riferiamo con il © di altri: per essere un sito «di nicchia», si usa dire così, non è niente male con i numeri che produce. Punto a capo, ognuno, se ne ha voglia e tempo (e onestà) faccia le sue considerazioni.

Nell’arco temporale che va dal 7 novembre 2017 al 10 dicembre 2018 sono stati abbattuti diversi «muri»: alla prima data superata quota di 800 mila contatti, al 30 marzo 2018 oltrepassati i 900 mila, e infine, nella notte che ci portava al 5 agosto, il rotondo traguardo: un milione. Non male, che dite?, per essere partiti da 33 mila nell’ottobre 2011. Muretto successivo perforato il 10 dicembre: un milione 100 mila. In tredici mesi sommati 300 mila contatti. Desideriamo ricordare il gesto di apprezzamento che hanno avuto i nostri soci Elio e Marco Forti che, in occasione del raggiunto milione, hanno fatto fare un poster per ricordare l’evento e organizzato un «pizza party» in onore dell’Archivio Storico dell’Atletica Italiana “Bruno Bonomelli”. Un gesto ancor più significativo, nell’assordante silenzio che circonda le nostre iniziative.

Dall’ottobre 2011 a ieri (1° febbraio 2019) sono stati pubblicati oltre 750 contributi fra articoli, compilazioni di liste, biografie, ricorrenze, cronache di vita associativa, e quant’ altro.

Chi tiene aggiornato il sito, lo fa anche per i numeri relativi ai contatti giornalieri, settimanali e mensili. Ed ecco i nostri numeri «primato» fino al 31 dicembre 2018:

-          Contatti giornalieri: max 1.528, venerdì 14 settembre 2018

-          Contatti settimanali: max 6.653, da domenica 30 settembre a sabato 6 ottobre 2018

-          Contatti mensili: max 26.488, luglio 2018

Il totale dei contatti 1° gennaio – 31 dicembre 2018 ammonta a 272.991, così ripartiti: primo semestre 131.199, secondo semestre 141.792.

Questo il dettaglio mensile:

gennaio 21.517

febbraio 18.907

marzo 23.059

aprile 22.291

maggio 22.331

giugno 23.904

luglio 26.488

agosto 24.890

settembre 21.773

ottobre 25.556

novembre 23.892

dicembre 19.193

Niente altro. Solo un ringraziamento a quelli che ci seguono con continuità. Nella foto: il poster a celebrazione del raggiunto traguardo del milione di contatti esibito durante il «pizza party» in onore del nostro Archivio Storico.

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Febbraio 2019 11:28
 
Sei anni di «Trekkenfild», e minacciano di continuare ancora per tanto tempo PDF Stampa E-mail
Venerdì 01 Febbraio 2019 11:27

alt

Due bei musetti, freschi e giovani, fanno da attrattivo biglietto da visita per il nuovo numero della pubblicazione telematica partorita anni fa, e mantenuta in vita, da Daniele Perboni e Walter Brambilla. Fan sei anni da quando il duo dei nipotini dei Visconti e degli Sforza, pendolari fra un Castello Sforsesco e l'altro, decisero di scendere nell'agone del giornalismo atletico, proprio mentre altri gettavano la spugna o altri ancora gettavano alle ortiche patrimoni di storia. Daniele e Walter hanno cavalcato le opportunità delle nuove tecnologie, così le chiamano. Del resto, come abbiamo fatto noi dell'ASAI, e anche tanti altri. Un piccolo dettaglio: noi e quelli come noi non abbiamo i soldi da sperperare, altri avrebbero invece il dovere di investire i soldi che si ritrovano senza tanto sforzarsi. Troppo dificile, lasciamo perdere. Al momento.

Numero 66, dunque: cross, una delle loro dichiarate passioni, analisi, omaggio a Villalagarina, Poi, qua e là, qualche «silurino» da mandare a destinazione. Chiude una lunga ma sentita galleria di opinioni e di ricordi per una persona che ha abbandonato troppo presto questo mondo: Alessio Giovannini. Chi lo ha conosciuto, anche alcuni di noi dell'Archivio, ne conserva un grande ricordo. La terra ti sia lieve, Alessio.

Ultimo aggiornamento Sabato 02 Febbraio 2019 17:48
 
La marcia prende commiato da Antonio Begni domani a Clusane d'Iseo PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Gennaio 2019 10:58

altSi svolgeranno domani, alle 14,30, nella chiesa parrocchiale di Clusane d' Iseo, i funerali di Antonio Begni, atleta, allenatore e organizzatore con una grande passione per la marcia. Begni aveva sempre svolto la sua attività sia professionale sia sportiva a Palazzolo sull'Oglio, dove aveva organizzato quasi ogni anno una competizione di marcia. Nel 1974, in occasione della sessantesima edizione del Campionato italiano, aveva organizzato la gara valida per il titolo nazionale dei 50 chilometri. La gara fu vinta da Vittorio Visini, ed era il suo quinto titolo su questa distanza. Ma Begni non disdegnava neppure le gare per i giovanissimi, e spesso Palazzolo era sede di qualche prova del Trofeo Frigerio, da cui sono usciti tanti atleti che si sono poi distinti nella attività nazionale ed internazionale. Antonio Begni fu davvero un grande esempio di serietà, passione, umiltà: allenava, e lo fece con grandi soddisfazioni, ma non ha mai chiesto nulla per sé, onori, cariche, riconoscimenti. Con lui se ne va un uomo di cui si sta perdendo traccia, non solo nel mondo dello sport. Fu sempre contornato dall'affetto dei suoi ragazzi e delle sue ragazze, verso i quali aveva sempre un atteggiamento paterno ma allo stesso tempo fermo, come deve essere un allenatore che ha a cuore sia la crescita umana degli suoi allievi ma anche quella tecnica e agonistica. Aveva una attenzione speciale per i giovani, aveva occhio e vedeva chi aveva le qualità per emergere, eppure non ha mai fatto l'allenatore per professione. Antonio godeva della stima incondizionata di Pino Dordoni, con il quale i contatti erano frequenti, improntati a fraterna amicizia.

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Gennaio 2019 16:25
 
Ci ha lasciato un grande signore della marcia: Antonio Begni PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Gennaio 2019 09:45

Poco fa siamo stati raggiunti da una di quelle notizie che non vorremmo mai ricevere. Un amico ci informava che ha lasciato questo consorzio di transeunti Antonio Begni, un gran signore della marcia italiana, atleta lui stesso, poi competente allenatore, appassionato organizzatore. Aveva 92 anni. Chi di noi lo ha conosciuto ne conserva un magnifico ricordo. Aveva la marcia come grande passione, organizzava nella sua Palazzolo sull'Oglio, un anno il campionato italiano dei 50 chilometri, varie altre gare, nazionali e regionali. Aveva allevato tecnicamente Giancarlo Gandossi, un bel talento, di Lodetto di Rovato, dove anche si organizzarono alcune gare nazionali. Quando le gemelle Rita e Piercarola Pagani decisero di passare dalla corsa (dove erano state molto brave, specie nel cross)  alla marcia, le allenò lui e le portò a livelli nazionali. Così come Maria Grazia Cogoli, e tanti altri ragazzi e ragazze che formavano una bella squadra legata alla Assindustria Atletica Brescia.

Da qualche anno Antonio Begni - che fu grande amico di Pino Dordoni - era andato a vivere nella sua bella casa di Clusane, sul lago d'Iseo. Queste note sono stese di getto, e quindi affrettate e incomplete. Ci torneremo.

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Gennaio 2019 09:51
 
1970, indoor: Bruno Bonomelli fra un tocco ironico e una lezione di storia PDF Stampa E-mail
Giovedì 24 Gennaio 2019 11:14

alt

Un nostro socio che sta lavorando a rimettere ordine nell'enorme materiale lasciato da Bruno Bonomelli, ha ritrovato copia di un suo articolo pubblicato il 7 febbraio 1970 sulle pagine sportive del quotidiano «L' Unità». Tema: arriva - forse - una pista e con essa l'attività al coperto. Puro scritto in stile bonomelliano, fra l'ironico sarcastico e una lezione di storia internazionale e nazionale di atletica al chiuso di una struttura coperta. Ce ne fossero oggi con questa capacità di legare insieme passato e presente, lasciamo perdere il futuro che adesso nessuno vede più in là della punta del suo naso. Chi vuol leggere agevolmente faccia due click sul testo originale e sarà perfettamente leggibile. Atletica al coperto di stretta attualità, visto l'inizio di una nuova stagione, son passati 49 anni.

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Gennaio 2019 21:40
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 152