Home

Liste italiane di ogni tempo

Accedi



Menu Utente

Chi è online

 69 visitatori online

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi382
mod_vvisit_counterIeri670
mod_vvisit_counterQuesta Settimana4667
mod_vvisit_counterSettimana scorsa4659
mod_vvisit_counterQuesto mese15500
mod_vvisit_counterMese Scorso16773
mod_vvisit_counterDi sempre713819

Online (da almeno 20 minuti): 15
il tuo IP: 54.92.153.126
,
Oggi: Giu 24, 2017


Nazione di provenienza

65.5%Italy Italy
8.6%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Un salto nel lontano 1908 in Francia: leggetelo sul sito della Commission Documentation et Histoire PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Maggio 2017 13:47

Appuntamento imperdibile con la "Lettre" dei nostri amici francesi che si occupano di storia e statistica per conto della Federazione francese. Ieri hanno festeggiato anche loro la giornata del lavoro, ma oggi, puntualissimo, Gilbert Rosillo ci ha spedito il "memo" per ricordarci le loro novità sul loro sito Internet.

 Bonjour à toutes et à tous, A​u nom de la Commission Documentation et Histoire de la Fédération Française d'Athlétisme, j'ai le plaisir de vous adresser la 67ème lettre mensuelle d'informations avec son traditionnel résumé des études réalisées ou mises à jour au cours du mois d'avril que vous pouvez consulter plus en détail via le lien suivant :http://cdh.athle.com/

Luc Vollard ci regala delle gustose notizie su un grande personaggio dell'anno 1908, anno olimpico. Non vogliamo togliervi il gusto di scoprire di chi si tratta, leggete le poche righe di Luc. Chissà, magari nei prossimi giorni, avremo qualche aggiunta da proporvi...

alt

L’histoire de l’athlétisme français regorge de champions très précoces mais le cas de Pierre Failliot est peu courant car c’est bien un excès d’autorité parentale qui nous a peut être privé d’un médaillé olympique ! Né en 1889, le sociétaire du Racing Club de France est en effet encore junior en 1908 alors que se profile à l’horizon les Jeux Olympiques de Londres. Le 31 mai, à la Croix-Catelan, son club organise le XVème prix Blanchet et le compte rendu de l’Auto évoque la présence de plusieurs milliers de spectateurs. Ils ne seront pas déçus par le spectacle et notamment par le 400 m où 12 partants se présentent sur la piste en herbe  du bois de Boulogne.
Failliot va pouvoir compter sur l’aide de Charles Poulenard, athlète très polyvalent mais aussi personnage haut en couleurs, d’autant plus que l’épreuve est encore disputée à cette époque en ligne et non pas en couloirs. L’objectif est simple : améliorer le record de France de Marc Bellin du Coteau établi en 1904 en 50’’0. Poulenard s’acquitte parfaitement de sa tâche au point d’égaler le record à l’arrivée, mais Faillot est loin devant et en 49’’0 pulvérise l’ancienne marque, avec un temps qui peut être considérer comme un officieux record du monde junior.
Il ne verra pas hélas la cendrée de White City mais son niveau aurait pu lui permettre d’atteindre la finale des JO, une course rocambolesque dont le vainqueur Carpenter sera disqualifié en raison de manœuvres illicites. L’épreuve recourue … avec un seul athlète, les Américains la boycottant en signe de protestation. Le règlement sera par la suite modifié et on courra dorénavant le 400 m en couloir. Failliot connaîtra une seule sélection internationale pour l’édition suivante des Jeux, et il reviendra en 1912 de Stockholm avec l’argent du 4 x 400 où il fit équipe avec Lelong, Schurrer et … Poulenard. Comme d’autres à l’époque, il sera aussi à plusieurs reprises sélectionné en équipe de France de Rubgy, sa vitesse et son gabarit faisant des ravages dans les défenses adverses au point d’être surnommé ’’l’autobus’’ !
(Crédit photos La Vie au Grand Air).
Rédaction Luc Vollard
Ultimo aggiornamento Martedì 02 Maggio 2017 14:31
 
Materiale europeo e nazionale cercasi per una ricerca dei nostri amici del Gruppo statistico polacco PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Maggio 2017 07:21

Rinnoviamo l'invito: chi avesse liste, progressione dei primati, o altro materiale riguardante la categoria juniores (quella che oggi con un cambiamento epocale viene definita "U20") è invitato a segnalarcelo. Sarà nostra premura prendere contatti e verificare modi di trasmissione (fotocopie, formato elettronico, ecc.).  Questo materiale serve ai nostri amici del Gruppo degli statistici polacchi che stanno lavorando a un libro su questo argomento. Indirizzare eventuali risposte a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

We are looking for historical European Junior Statistics: Rankings, European Records progression, ecc. The Polish Statisticians are working on a book on this subject. Please contact Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Maggio 2017 07:34
 
Per chi ha una mezz' oretta di tempo da spendere: il filmato della Assemblea A.S.A.I. a Piacenza PDF Stampa E-mail
Lunedì 01 Maggio 2017 18:23

https://www.youtube.com/watch?v=Kj81dBbH-ks&feature=share

Questo indirizzo vi invia al filmato realizzato dal socio Elio Forti nell'Auditorium del C.O.N.I. a Piacenza domenica 23 aprile. Buona visione...a chi ha voglia di vederlo!

Ultimo aggiornamento Lunedì 01 Maggio 2017 18:27
 
Auguri Elio, che oggi tu possa essere sereno circondato dalle molte persone che ti vogliono bene PDF Stampa E-mail
Lunedì 01 Maggio 2017 04:00

alt

Un augurio soprattutto di serenità. Lo inviamo, tutti insieme, al nostro socio Elio Forti, che oggi ricorda il suo compleanno. Alcuni di noi gli saranno vicini, nella trasferta a Guidizzolo, provincia di Mantova, sulle cui strade andrà in scena la 44esima edizione della "Camminata della salute", una delle numerossime occasioni di muoversi in compagnia di tanti altri, sgambettata che fa parte del calendario dell'Hinterland Gardesano, un organismo nato molti anni fa e che ha riunito organizzatori di camminate del lago di Garda e dintorni. Elio non vuole tanto ricordare il suo compleanno quanto celebrare la memoria della amatissima moglie Clara, mancata per un inatteso arresto cardiaco all'inizio di febbraio. Una perdita che non può essere sanata nel cuore di Elio e dei figli Stefania e Marco. La signora Clara era sempre stata molto attenta anche alle vicende del nostro Archivio, la cui dimora è a Navazzo, a poche decine di metri dalla casa Forti. Clara spesso se ne è presa cura.

Cercheremo, con la nostra povera presenza, di essergli vicino, augurandogli che il peso che sente nel cuore sia oggi un po' più lieve. E con noi, ci saranno molti dei podisti del GS Montegargnano, altra "creatura" della passione per la corsa che Elio ha sempre avuto; oggi il gruppo conta circa 130 aderenti. Lui, con altri amici locali, fu l'iniziatore di quella che oggi conosciamo come "Diecimiglia del Garda", che quest'anno raggiungerà la 44esima edizione consecutiva. Segnatevi la data: domenica 6 agosto. In questo piccolo borgo aggrappato al monte tutti sono benvenuti.

Nella foto, Elio e Clara pochi anni fa durante una cena con amici al ristorante "Sostaga" di Navazzo (prende il nome da una frazione posta in un angolo meraviglioso con vista sul lago di Garda).

Ultimo aggiornamento Domenica 30 Aprile 2017 20:19
 
Il ricordo di Pino Dordoni e dei fratelli Baldini ha ispirato la XXXIII Assemblea annuale A.S.A.I. PDF Stampa E-mail
Venerdì 28 Aprile 2017 08:30

alt

Dialogo nell'Auditorium del CONI di Piacenza, domenica mattina, 23 aprile.

Alessandra:" Quando ho letto sul sito dell'A.S.A.I. che a colazione ci sarebbe stato salame e vino rosso, ho pensato al solito burlone del redattore che voleva scherzare...".

Silvestro:" Signora, noi di Agazzano su queste cose non scherziamo mai!".

La 23esima Assemblea annuale dell'Archivio Storico dell'Atletica Italiana "Bruno Bonomelli" ha avuto un simpatico prologo, messo in scena dagli amici dell'Atletica Baldini Agazzano, ouverture diretta da Silvestro Pinotti e dalla signora Lorella. E tutti hanno apprezzato il primo "movimento", andante con brio, movimento delle mascelle, intendiamo. "Era doveroso da parte nostra contribuire all'organizzazione di questo evento per aiutare l'amico Ottavio Castellini che ci ha sempre sostenuto in tutte le nostre iniziative culturali", ha scritto Giovanni Baldini su un messaggio Facebook. E a noi ha fatto molto piacere porgere un cordiale saluto e ringraziamento alla signora Ivana Romanini, presidente della società sportiva agazzanese. Senza dimenticare la partecipazione organizzativa dell'Atletica Piacenza, al presidente Diego Sverzellati e al presidente onorario Sergio Morandi, al quale è stato inviato un augurio di pronta ripresa dopo un recente intervento chirurgico.

Un'altra presenza ha nobilitato la nostra Assemblea, quella della signorina Isabella Dordoni, figlia del campione olimpico Pino Dordoni  e della signora Graziella. Una presenza che ha suscitato non poca commozione nel ricordare un indimenticabile uomo come "il Cavaliere". In questi uffici del C.O.N.I. piacentino Pino ha trascorso tante giornate, insieme ai suoi amici Felice e Claudio Enrico Baldini, che, in qualità di Maestri dello Sport, si sono avvicendati nella cura dello sport piacentino per tanti anni. Una ondata di commozione non contenuta, cui ha posto rimedio la figlia Isabella, che, nel ringraziare, ha concluso:" Sono sicura che se papà fosse qui vi vorrebbe allegri e sorridenti". Occasione per ricordare che Augusto Frasca, qualche anno fa, è stato coautore, con Piergiorgio Andreotti e Flavio Salvarezza, di un bel libro sulla vita e sulla carriera di Pino Dordoni, titolo "Un uomo solo al comando". Una considerazione amara sulla scarsa riconoscenza dimostrata dalla città di Piacenza nel valorizzare il grande campione: gli amministratori non hanno saputo fare di meglio che cacciare l'atletica dallo Stadio principale e relegarla in un campetto in periferia che certo non fa onore a Pino Dordoni, cui è intitolato. Per non parlare del "Memorial", gara internazionale di marcia, scomparso nelle nebbie padane.

Una Assemblea "che vorremmo sempre vedere", ci ha sussurrato un amico mentre prendeva congedo. Parliamo  adesso di adempimenti statutari: Gabriele Manfredini ha assunto il compito di presidente dell'Assemblea, Alberto Zanetti Lorenzetti quella di segretario. Verbale 2016, bilanci e relazione del Sindaco Revisore approvati in un battibaleno. Un po' più di tempo ha preso la lettura della Relazione del Consiglio ai soci, un completo excursus dell'attività dell'Archivio.

Elezioni 2017 - 2021: ha tagliato corto Augusto Frasca: "Propongo la conferma del Consiglio uscente". Il segretario ha chiesto una conta, formalità espletata con adesione totale. E così, cari soci A.S.A.I., per i prossimi quattro anni vi tenete Castellini presidente, Marco Martini vicepresidente, Zanetti Lorenzetti segretario, Gabriele Manfredini e Paolo Marabini consiglieri, Tiziano Strinati sindaco revisore.

Sunto di alcuni interventi. Enzo Sabbadin (a nome anche di Enzo Rivis) ha presentato il nuovo lavoro sulle liste nazionali ogni tempo in pista coperta, prima stesura i risultati dei maschietti, a fine anno alla vigilia della stagione 2017- 18 gli autori completeranno il loro lavoro con le donne. A giorni, tempo di mettere a fuoco le procedure tecniche di pubblicazione, offriremo agli utenti di questo spazio una nuova "chicca" statistico-compilatoria che mancava all'atletica italiana.

La parola poi a Bruno Cerutti che si è preso una bella gatta da pelare con il riordino delle centinaia di schede provenienti dall'archivio di Bruno Bonomelli. Lavoro improbo. Cerutti ha fatto presente le oggettive difficoltà, Manfredini ha offerto la classica "mano", con modalità da definire a breve.

Una proposta partita da Alberto Zanetti Lorenzetti: valutare iniziative e tempi (entro l'anno) per ricordare Aldo Capanni nel decennale della morte (2007). Varie proposte, da concretare nelle prossime settimane, una volta sentito anche il fratello, don Alessandro.

Castellini ha informato di aver proposto al sindaco di Costermano la organizzazione di un convegno su Adolfo Consolini, in occasione del centenario della nascita, ma non ci sono state reazioni. Il presidente è stato contattato, a seguito di questa proposta, da Gaetano Dalla Pria per lo stesso motivo. La A.S.A.I. continuerà la ricerca e la pubblicazione sul sito di materiali che riguardano il grande campione di Costermano, come fatto nelle ultime settimane. L'adesione a iniziative esterne è subordinata a garanzie su un ruolo di primo piano del nostro Archivio Storico. A ben guardare, finora, le uniche concrete iniziative di valore culturale (ad esempio il libro di Marco Martini e il contributo degli amici della SAL Lugano pubblicato sul nostro sito) portano il nostro marchio. Si stanno raccogliendo altri materiali e testimonianze.

Confermata la scadenza dell'autunno per la pubblicazione del nono volume della storia dei Campionati italiani di atletica, volume interamente dedicato all'anno 1945. Si metterà poi mano al successivo per il periodo 1946 - 1948, ritornando alla cadenza dei quadrienni olimpici. Sottolineto il totale disinteresse delle varie organizzazioni sportive federali.

Prossimamente pubblicheremo la dettagliata relazione dell'Assemblea, come da Statuto.

Si era iniziato con pane e salame, si è chiuso con ricca degustazione di piatti tipici della succulenta cucina piacentina, con due vivaci tavolate alla Trattoria La Pireina, con i fratelli Carlo e Angelo Giacobbi, allegri anfitrioni.

Nella foto di Marco Peiano, atleti del lancio della forchetta e statistici del giro del calice in posa ancora eretta davanti alla antica trattoria piacentina.

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Aprile 2017 11:28
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 110