Home

Liste italiane di ogni tempo

Accedi



Menu Utente

Chi è online

 23 visitatori online

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi171
mod_vvisit_counterIeri612
mod_vvisit_counterQuesta Settimana2177
mod_vvisit_counterSettimana scorsa5449
mod_vvisit_counterQuesto mese13348
mod_vvisit_counterMese Scorso22058
mod_vvisit_counterDi sempre786916

Online (da almeno 20 minuti): 7
il tuo IP: 54.162.154.91
,
Oggi: Ott 18, 2017


Nazione di provenienza

65.5%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Uno spazio interamente dedicato al progetto multisport "Sognando Olympia" PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Giugno 2017 16:42

I nostri soci e gli utenti di questo spazio che hanno interesse a seguire le attività del progetto multisport, nato un anno fa sulle sponde del lago di Garda, e che vede coinvolti alcuni soci dell'A.S.A.I., possono, se lo desiderano, essere costantamente aggiornati entrando su questo indirizzo https://www.facebook.com/Sognando-Olympia-1121889204488109/. Questo spazio, gestito da Elio Forti, fin dai primi passi del progetto, propone filmati delle manifestazioni, album di fotografie, interviste, rassegna stampa.

Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Giugno 2017 16:59
 
Noi sognamo, loro rubano, e molti girano la testa e guardano da un'altra parte PDF Stampa E-mail
Mercoledì 28 Giugno 2017 12:00

alt

L'unico commento che facciamo è contenuto nel titolo, non serve altro. Se volete, vi forniamo alcuni indirizzi Internet per leggere entusiasmanti notizie sui Giochi Olimpici Rio 2016. Sito internazionale, quindi scritto in lingua inglese. Piccoli sunti nella lingua di Dante, Manzoni, Svevo,...Qual'è? Grafia secondo la grande cultura dei nati in Italia (Ius Soli) eletti alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica appartenti a un raggruppamento o movimento politico (partito non si usa più, è una bestemmia) che chiamano Lega.

The cost of last year’s Olympic and Paralympic Games in Rio de Janeiro has increased to BRL$43.3 billion (£10.4 billion/$13.2 billion/€11.8 billion) - around BRL$14.5 billion (£3.5 billion/$4.4 billion/€3.9 billion) more than originally planned / Il costo dei Giochi Olimpici e Paralimpici Rio 2016 è aumentato di 4.4 bilioni di Dollari - 3.9 bilioni di Euro, rispetto alle previsioni iniziali.

Nota: bilione = mille miliardi. Se siete indecisi sull'ammontare, entrate in qualsiasi filiale della Banca Popolare di Vicenza, di Veneto Banca, Banca Etruria, Monte Paschi Siena, Banca Marche, ecc, ecc, ecc, e saranno ben lieti di farvi i conti, loro se ne intendono.

Qualcuno si è perfino complimentato con il Comitato Organizzatore di Rio, "vista la svalutazione della moneta brasiliana, questo è un ottimo risultato". Secondo altri a queste cifre mancano ancora delle voci "non ancora pervenute", ma era obbligatorio per il Governing Authority of the Olympic Legacy (AGLO) presentare il Report entro il 14 giugno.

Visitate questo indirizzo per maggiori informazioni http://www.insidethegames.biz/articles/1051553/cost-of-rio-2016-olympics-rises-to-132-billion-35-billion-over-budget

Andiamo oltre.

Former Rio de Janeiro State Governor Sérgio Cabral has been sentenced to 14 years in prison today after being found guilty of corruption and money laundering charges. Some of the allegations involve construction projects connected with Brazil's hosting of the FIFA World Cup in 2014 and then the Olympic and Paralympic Games two years later. This includes alleged embezzlement of funds from the renovation work in the Maracanã Stadium used for the FIFA World Cup final and all Rio 2016 ceremonies. The 54-year-old served as Governor of Rio between 2007 and 2014.He was heavily involved in preparations for the Olympics before and after the city was awarded the Games in 2009.  Cabral has been sentenced to 14 years and two months behind bars in a charge specifically relating to the taking of kickbacks for construction contracts, including at an oil refinery. Prosecutors claim he received kickbacks amounting to five per cent of the value of construction projects negotiated during his time in office. He still faces charges in nine other cases.

Con un buon dizionario della lingua inglese, vi farete una cultura giuridico - penale. 

Visitate questo indirizzo per maggiori informazioni http://www.insidethegames.biz/articles/1051492/rio-state-governor-at-time-of-olympic-bid-sentenced-to-14-years-in-prison

...e visitate, se avete tempo e voglia, anche questi:

http://www.insidethegames.biz/articles/1050390/brazilian-olympic-committee-set-to-be-target-of-federal-police-investigation

Commento non nostro ma di un utilizzatore di "cinquettii" o altri simili strumenti:

"Rio's Games were probably the most corrupt in history. The legacy of the Games are in shambles. The only project that was worth probably the subway extension and some transportation connections. The rest is decaying and just benefit the politicians, sport officials and construction companies involved. Shame".

http://www.insidethegames.biz/articles/1049064/olympic-projects-implicated-in-latest-brazilian-corruption-investigation

Occhio alle medaglie...ecosostenibili!

Ireland’s Annalise Murphy is among several athletes to have sent their Olympic medals back to be repaired, after they were found to be defective. Brothers Gary and Paul O'Donovan have also allegedly returned the silvers they won for Ireland in the lightweight double sculls at the Games. Rio 2016 director of communications Mario Andrada admitted last week that between six and seven per cent of medals awarded during last year's Olympic and Paralympic Games had begun to disintegrate and need repairing. This has reportedly happened to over 100 medals awarded during last August and September's Games.

Oggi fa molto figo parlare di ecosostenibilità. Tonnellate di comunicati stampa, che vengono travasati in migliaia di pagine di giornali dove più che giornalisti abbiamo branchi di coregoni del lago di Garda che "abboccano".

Leggere http://www.insidethegames.biz/articles/1050810/irish-olympians-send-back-defective-rio-2016-medals

Nella foto: lo spagnolo Carlos Fernández Canet e Ottavio Castellini, soci dell'A.S.A.I. presenti ai Giochi di Rio 2016 per motivi di lavoro, esposero lo striscione di "Sognando Olympia" alla Stadio Maracaná la notte della cerimonia di chiusura della Olimpiade, aiutati da alcuni volontari che, quasi sicuramente non hanno mai visto un Real (moneta brasiliana specialista del...downhill) per il loro faticoso lavoro svolto sempre col sorriso e con grande simpatia.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Giugno 2017 16:16
 
Livio Berruti e Giorgio Mazza, un giorno di luglio 1958 al Liceo Vitruvio di Formia PDF Stampa E-mail
Domenica 25 Giugno 2017 15:22

Berruti 1960 alt

Mentre eravamo alla ricerca di alcuni dati sull'atletica italiana nell'anno 1958, e sfogliavamo la collezione di "Atletica", quindicinale della Federazione, la nostra attenzione è stata calamitata da una notizia apparsa su una colonnina a pagina 11 del numero 22 del 9 agosto. Un numero corposo, per l'epoca, 12 pagine, gran parte dedicate alle liste nazionali "primi 100" e alla presentazione degli imminenti Campionati d'Europa a Stoccolma. La abbiamo collegata agli esami di maturità che sono iniziati, con le prove scritte, proprio nei giorni scorsi. Protagonisti degli esami di maturità di 59 anni fa due dei migliori atleti della storia del nostro sport: Livio Berruti e Giorgio Mazza, uno - come (forse) tutti sanno - campione olimpico, l'altro ottavo nella finale di Tokyo 1964, rimasta indimenticabile per la presenza di tre italiani, gli altri erano Eddy Ottoz e Giovanni Cornacchia.

Leggiamo la notizia della rivista federale che titola "Berruti e Mazza superano felicemente la maturità classica":

Giorgio Mazza e Livio Berruti, i due atleti nazionali che la F.I.D.A.L. ha invitato a Formia al duplice scopo di curare la propria preparazione atletica e di completare gli studi per l'esame di maturità classica, hanno in questi giorni sostenuto con esito brillantissimo i predetti esami presso il Liceo Vitruvio di Formia.

Vale la pena di riportare le votazioni ottenute dai due volonterosi atleti in quella che è comunemente ritenuta la più difficile prova della carriera studentesca.

Mazza: Italiano 7; Latino 6; Greco 8; Storia 8; Filosofia 8; Matematica 6; Fisica 7; Scienze 7; Storia dell'Arte 8; Educazione Fisica 9.

Berruti: Italiano 6; Latino 7; Greco 6; Storia 7; Filosofia 7;  Matematica 6; Fisica 7; Scienze 7; Storia dell'Arte 6; Educazione Fisica 9.

Questi risultati, ottenuti quasi in coincidenza col magnifico primato nazionale sui 110 ostacoli di Giorgio Mazza e con il vittorioso ritorno in squadra nazionale di Berruti, dimostrano che sport e studio non sono termini antitetici. Il giovane moderno deve anzi accoppiare la sana pratica egli esercizi sportivi alla severa applicazione agli studi. Quando si fanno le cose sul serio, l'esito non può essere che felice.

Ai due studiosi giovani i rallegramenti più vivi ed al bravo cav. Buldrini, che con tanto paterno amore si è dedicato ad assistere in tutti i modi i due atleti un sincero ringraziamento.

Mazza aveva portato il primato nazionale dei 110 ostacoli a 14.3 durante l'incontro Italia - Svizzera a Torino (130 - 80); Livio rientrò alle gare nella sua Torino dopo parecchi mesi di assenza e fu secondo sui 200 in 21.7 appena dietro a Sergio D'Asnasch (sarà per molti anni giornalista sportivo alla redazione della Agenzia ANSA), e insieme a Cazzola e De Murtas portarono al successo la 4 x 100.

Nello stesso periodo Elio Buldrini, mitico direttore della Scuola Nazionale di atletica leggera di Formia, e Attilio Callegari, eccellente marciatore (fu primatista mondiale del 20 mila metri in pista nel 1926), allenatore e giudice, erano stati insigniti della Croce di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica.

Livio Berruti aveva frequentato il rinomato Liceo Classico Cavour, una istituzione scolastica torinese, dove, fra gli altri, avevano studiato Luigi Einaudi, Cesare Pavese, Guido Gozzano, Giulio Carlo Argan, Natalino Sapegno, Ludovico Geymonat, l'attore Raf Vallone, Ada Prospero, moglie di Piero Gobetti, luminosa figura di studioso e politico, morto esule in Francia a seguito delle percosse di cui fu vittima per mano dei fascisti.

Il campione olimpico dei 200 metri a Roma '60 fu, nella vita professionale, dirigente nella struttura sportiva Sisport, emanazione della FIAT. Giorgio Mazza esercitò la professione di medico urologo, a Gorizia. Sono coetanei: entrambi nati nel 1939.

Le foto. Quella famosissima del podio di Roma '60, era il 3 settembre. Berruti sul gradino più alto di un podio, che senza tanti costosi arzigogoli "raccontava" con immediatezza il valore di un risultato. Alla sua destra lo statunitense Lester "Les" Carney, che fu il migliore del suo team che riponeva grandi aspettative in Ray Norton (sesto e ultimo) e Stone Johnson (quinto). Carney si era qualificato terzo ai Trials, sulla pista della Università di Stanford, a Palo Alto, in California. Carney vestiva i colori dei Cleveland Striders. Quarto di quella finale delle selezioni americane fu Bobby Morrow, tre "ori" quattro anni prima ai Giochi di Melbourne. Il terzo sulla pista dell'Olimpico fu il senegalese Abdulaye Seye, che conquistò quella medaglia per la Francia. Infatti, nonostante il Senegal avesse ottenuto la indipendenza pochi mesi prima (il 20 giugno), gli atleti di quel Paese furono iscritti come Francia. Seye, nato nel 1934, è morto nell'ottobre del 2011. Nell'altra foto, Giorgio Mazza durante una serata al Panathlon Club di Gorizia (foto dal quotidiano "Il Piccolo").

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Giugno 2017 17:23
 
Bozza del verbale della Assemblea A.S.A.I. 2017 tenuta a Piacenza in aprile PDF Stampa E-mail
Giovedì 22 Giugno 2017 07:04

Pubblichiamo qui il documento che riassume la mattinata di lavori che hanno visto impegnati i nostri soci nella sede del C.O.N.I., a Piacenza,  domenica 23 aprile, in occasione della Assemblea ordinaria e elettiva 2017. È la bozza stesa del nostro diligente segretario Alberto Zanetti Lorenzetti, il quale, per la verità, l'aveva preparata già da qualche settimana, ma quel pelandrone del redattore di questo sito ci ha dormito sopra. Bozza sulla quale inseriremo eventuali modifiche che ci perverranno dai soci presenti in Assemblea, che sollecitiamo in questo senso, qualora abbiano osservazioni e aggiunte. Chiunque dei soci, ovviamente, può apportare il suo contributo. Il documento rimarrà a disposizione di tutti i soci per un po' di tempo, poi lo passeremo nella sezione "Documenti sociali". La sua approvazione, nella stesura definitiva, verrà sottoposta alla Assemblea 2018.

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Giugno 2017 10:43
 
Il nostro sogno si materializza nel raffinato segno grafico di Roberto Scolari PDF Stampa E-mail
Martedì 20 Giugno 2017 15:30

alt alt

alt alt

Come avevamo lasciato intendere tra le righe varie volte nelle ultime settimane, il nostro progetto legato agli ideali olimpici antichi - ammesso che siano mai esistiti, qualche volta abbiamo dei cedimenti di sconforto leggendo certe notizie - si è rifatto il maquillage. o makeup, oppure belletto, come lo chiamavano le nostre zie quache decennio fa. E i luoghi per imbellettarsi, in versione romantico pudica ottocentesca, si chiamavano luoghi riservati "per incipriarsi il naso". Ci siamo imbellettati anche noi, grazie alle magiche arti estetiche del nostro amico Roberto Scolari, che continua il lavoro grafico alla antica ditta Apollonio, che lavora a Brescia dal 1840. Roberto è attento allievo di un grande maestro grafico come Martino Gerevini, artista che ha goduto della incondizionata stima di un gigante dell'arte come Bruno Munari, che di lui scrisse:"Martino Gerevini ha una personale sensibilità ai colori e li sa usare egregiamente sia come combinazione, sia come intensità o apparizione, per comunicare sensazioni. Queste opere di arte concreta vanno osservate con attenzione, come con la stessa attenzione ascoltiamo i suoni di una melodia. Saranno i nostri recettori sensoriali a comunicarci il messaggio. Ognuno riceve un messaggio diverso, secondo la propria sensibilità, secondo il momento". Roberto, che ha trascorso parecchi anni accanto a lui, ne ha respirato, assimilato, la sensibilità cromatica, il tratto sobrio, e ne trasmette le sensazioni.

Nel novembre del 2015, Roberto ricevette incarico di preparare la coreografia per una serata molto speciale che ebbe al centro un nostro socio. In quella occasione fu creato il logo di "Sognando Olympia", che però rimase un sogno nel cassetto quella sera nel salone del cinquecentesco Palazzo sul porto di Gargnano per motivi di...orario: troppe chiacchiere. Ma come tutte le cose che ci sono care e riponiamo nel cassetto, prima o poi, riemergono dal momentaneo oblio cui le abbiamo confinate. Fu così anche per questo progetto: sogna tu che sogno anch'io, e l'anno scorso, finestra aperta sui Giochi Olimpici di Rio, l'iniziativa di baccano ne ha fatto parecchio. Mesi fa, una serie di forze e di spinte hanno ispirato la sua continuazione, sicuramente un po' presuntuosetta, con quella ipoteca "Tokyo 2020", data dei prossimi Giochi, sui quali spira qualche venticello che - a noi - fa venire i brividi.

Primo passo: caro Roberto rimettiti al lavoro e stuzzica la tua fantasia creativa. Non si è fatto pregare, ed ecco qui il risultato della sua creatività: ben quattro proposte di logo. Bravissimo, ma ci ha inguaiati. Il manipolo dei promotori si è messo intorno a un tavolo e la scelta si è complicata, i gruppi devono sempre essere formati...da uno solo. Proposta scaturita attorno al tavolo: rendiamo pubblici i lavori e ascoltiamo l'opinione di chi vorrà darcela. Mettiamo insieme il tutto e poi vedremo. Si è anche detto: a rotazione possiamo usarli tutti, ognuno ha un suo fascino.

Ci proviamo: chi vuole esprima il suo giudizio (sintetico, per favore) per indicare quale di queste quattro proposte grafiche gli piace di più. Ci rivolgiamo ai soci, ai lettori del nostro sito, a chiunque, per caso, si imbatta in questa pagina. È sufficiente inviare un breve messaggio a questo indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Giugno 2017 16:20
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 118