Home

Accedi



Menu Utente

Chi è online

 48 visitatori online

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi162
mod_vvisit_counterIeri857
mod_vvisit_counterQuesta Settimana2589
mod_vvisit_counterSettimana scorsa5114
mod_vvisit_counterQuesto mese15091
mod_vvisit_counterMese Scorso22291
mod_vvisit_counterDi sempre938939

Online (da almeno 20 minuti): 14
il tuo IP: 54.92.173.9
,
Oggi: Mag 23, 2018


Nazione di provenienza

65.5%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Marco Martini ci racconta la vita di Cosimo Puttilli marciatore che sognava i Giochi Olimpici PDF Stampa E-mail
Giovedì 10 Aprile 2014 14:13
alt
 Due barlettani che con la loro carriera hanno illustrato pagine di storia
dell'atletica italiana: Cosimo Puttilli e Pietro Paolo Mennea
 

Qualche giorno fa abbiamo presentato la bella iniziativa tenutasi lunedì a Barletta per volere dei familiari di Cosimo Puttilli, per ricordarne il ventesimo della scomparsa. Di questo marciatore abbiamo dato qualche sommario cenno in sede di presentazione. Se ne parla più diffusamente nel libro di Claudio Enrico Baldini, edito nel 2012 dall'A.S.A.I., "Maratona di marcia - Appunti per una storia 1898 - 2012", pubblicazione che è stata nuovamente illustrata durante il ricordo di Puttilli.

Ci voleva "il microscopio" di Marco Martini per darci il ritratto completo di questo uomo e di questo atleta e della sua lunga vicenda sportiva. Ci sia consentito dedicare questo ennesimo eccellente lavoro del nostro vicepresidente alla famiglia di Puttilli, e in particolare alla nipote Tonia, che ha aiutato Marco fornendo preziose informazioni sulla famiglia e che ha tenuto i contatti con noi nei giorni scorsi, e della quale abbiamo apprezzato l'entusiamo e la dedizione al ricordo di suo nonno.

«L’avevano lungamente pregato per farlo gareggiare in quella prova valevole per il campionato barlettano di marcia. Ma lui, ostinato, non aveva voluto saperne. Poi, quando il gruppo dei marciatori aveva già preso il via, provò vivissimo il desiderio di buttarsi nella mischia. Partito fuori gara, con oltre 200 metri di distacco, raggiunse i primi, li superò, e vinse con 8 minuti di vantaggio. Fu la prima gara di Puttilli marciatore. Prima gara e primo successo. Aveva cominciato con le corse campestri nel 1932; ne aveva vinte parecchie quando iniziò la carriera di marciatore nel modo descritto» (Salvatore Pappalardo, Il Littoriale della Domenica  31 gennaio 1943).

Nato a Barletta il 22 giugno 1913 Cosimo Puttilli, l’atleta di cui si parla nell’introduzione, nel 1921 si trasferì a Roma al seguito dei genitori, approdati nella capitale per motivi di lavoro. A  18 anni tornò a Barletta in ferie e conobbe «una bellissima signorina», Chiara Rizzi. Se ne innamorò a tal punto da non fare più ritorno a Roma, dove aveva lavorato insieme al padre come apprendista muratore. Una volta a Barletta, si fece assumere da suo cognato come panettiere. Sposò la sua amata il 19 marzo 1933 e nel 1934 nacque Giuseppe, che però morì dopo pochi giorni. Quest’ultimo tragico evento gli lasciò sicuramente più tempo libero per poter aderire, nel 1934, a importanti iniziative sportive organizzate in Puglia. Raramente questa regione ne allestiva, ma in quella stagione Bari si conquistò l’onore di poter ospitare i Campionati Italiani Giovani Fascisti, una categoria tipica dell’epoca a cui in quel 1934 potevano accedere i nati negli anni 1913, 1914, 1915 e 1916. La città si diede da fare per ben figurare, e realizzò anche un nuovo impianto (Stadio della Vittoria, dedicato ai caduti della Grande Guerra). Naturalmente tutta la regione, già mesi prima dell’evento, previsto per i giorni dal 2 al 6 settembre, entrò in fibrillazione, organizzando gare per Giovani Fascisti. Le autorità però decisero solo in ritardo di includere nel programma di quei campionati la prova di marcia, sulla distanza dei 15 chilometri, e così le prove di selezione che ogni provincia fece disputare si svolsero nelle domeniche del 12 e del 19 agosto. Puttilli vinse il campionato della sua provincia, sui 15 chilometri, e rifinì la preparazione sotto la guida dell’allenatore federale Domenico Milella, responsabile tecnico della squadra atletica della provincia di Bari. La 15 km di marcia fu la prima delle finali dei campionati; partì alle ore 16.30 di domenica 2 settembre con 300 concorrenti al via e starter di eccezione Bruno Mussolini. Cosimo si difese con onore: 1. Aniello Capuozzo (Napoli) 1h17:19.1/5, 2. Luigi Peri (Parma) 1h18:27, 3. Cuccinelli (Varese) 1h18:46, 17. Puttilli (Bari) 1h21:26.

Leggi tutto...

Ultimo aggiornamento Giovedì 10 Aprile 2014 15:46
 
La nuova "Lettre" della Commissione Storica francese è da oggi disponibile su www.cdh.athle.com PDF Stampa E-mail
Sabato 05 Aprile 2014 07:45

Abbiamo ricevuto dall'amico Gilbert Rossillo la comunicazione che la nuova "Lettre", del mese di aprile, messa a punto dalla Commissione Documentazione e Storia della Federazione Francese è disponibile sul sito dei nostri "cugini" francesi. Chi dei nostri soci e dei nostri utenti fosse interessato può entrare in questo indirizzo: http://www.cdh.athle.com/

Ultimo aggiornamento Sabato 05 Aprile 2014 07:49
 
A venti anni dalla morte la città di Barletta ricorda Cosimo Puttilli, campione della 50 km marcia PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Aprile 2014 16:12

 

alt

 

 

"Cosimo Puttilli, l'uomo, l'atleta, la storia, l'esempio". Nel ricordo del marciatore pugliese, per due volte campione d'Italia sui 50 km di marcia, si ritroveranno oggi, alle ore 18, nella Sala Pietro Mennea della libreria La Penna Blu di Barletta, i familiari, autorità cittadine, giornalisti, atleti, rappresentanti del mondo sportivo. Ricorre il ventesimo anniversario della morte di Puttilli, e la famiglia ne vuole celebrare la figura a tutto tondo, come recita il titolo dell'incontro: testimonianze, retroscena, immagini inedite, filmati di repertorio, ritagli di giornali dell'epoca che va dagli anni '30 al Dopoguerra. Puttilli fu campione d'Italia della "50" la prima volta nel 1938 e la seconda volta nel 1947, proprio nella sua città, Barletta. Quella Barletta che poi diede i natali al grande Pietro Paolo Mennea, con il quale Puttilli ebbe cordiali rapporti.

Mentre plaudiamo alla iniziativa, noi dell'A.S.A.I. siamo anche riconoscenti alla nipote di Cosimo, Tonia Puttilli, che ha voluto coinvolgerci: infatti durante l'incontro verrà presentato il nostro volume "Maratona di marcia - Appunti per una storia 1898 - 2012", nato da una idea e dal lavoro iniziale di Claudio Enrico Baldini e poi concluso nel 2012 dai soci Zanetti Lorenzetti e Castellini a seguito della scomparsa dell'autore agazzanese, su commissione della famiglia.

Per parte nostra torneremo sulla figura di Cosimo Puttilli in questo spazio nei prossimi giorni.

Ultimo aggiornamento Sabato 05 Aprile 2014 13:05
 
Un documento davvero "speciale": antiche Liste liguri di tutti i tempi compilate da Edoardo Giorello PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Aprile 2014 15:10

alt

Lo "speciale", come dice il titolo, non sta nel fatto di vedere delle Liste liguri. Il compilatore di queste Liste ne ha sfornate di ben più recenti non più tardi dell'anno scorso. Ma se osservate con attenzione la copertina del documento allora capite perchè sono "speciali". Guardate la data di compilazione e chi le editava. Il documento - proveniente dalla biblioteca di uno dei nostri soci - indica aprile 1967, a dire 47 anni fa! L'editore era l' Associazione Italiana Storici e Statistici dell'Atletica Leggera, quell' A.I.S.A.L. che ci ha preceduto nel tempo, fondata l'11 aprile 1965. Bruno Bonomelli ne fu partecipe, la sede stava a Verona dove operava Emanuele Carli, il nostro amico Claudio Enrico Baldini ne faceva parte, e tanti altri.

Abbiamo rispolverato volentieri queste carte in omaggio a Edoardo Giorello, compilatore di quelle Liste chiuse al 31 dicembre 1966, e arricchite da essenziali biografie di Giuseppe Bevilacqua, Giacomo Carlini, Alfredo Gargiullo e Emilio Lunghi. Vuole essere un ringraziamento per quello che lui e Angela hanno fatto in occasione della nostra Assemblea a Genova. L'A.S.A.I. ha bisogno di persone come loro.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Aprile 2014 16:25
 
Assemblea A.S.A.I. 2014 domenica a Genova: tutti i documenti assembleari e le informazioni utili PDF Stampa E-mail
Giovedì 03 Aprile 2014 12:52

Dopo Brescia, Firenze, Asti, Bergamo, Gargnano, Correggio, Montecatini, Castenedolo, la nostra Assemblea annuale trova ospitalità a Genova. Diciamo subito che il merito va a Edoardo Giorello e a Angela Cartesegna, due che l'atletica, in tutte le sue espressioni compresa quella storico-statistica, ce l'hanno nel DNA da sempre. Edorado e Angela, l'anno scorso, hanno dato alle stampe ben due corposi ed eleganti libri: una storia dell'atletica ligure e una celebrazione dell'Amatori Genova, che, purtroppo, ha abbassato la saracinesca per sempre. Alla loro disponibilità si è aggiunta quella di Vittorio Ottonello, presidente del C.O.N.I. ligure, che ha aperto le porte della bella sede della Casa delle Federazioni per ospitare i soci dell'Archivio Storico. Sarà anche l'occasione per un incontro fra due amici che hanno fatto parte del Consiglio nazionale della FIDAL negli anni '90: Ottonello appunto e Gianni Galeotti, socio dell'Archivio e da sempre una delle "colonne" del nostro sport a Reggio Emilia, indimenticabile sede di tante belle manifestazioni in anni andati.

Un'altra presenza gradita sarà quella di Mauro Nasciuti, presidente del CUS Genova e attuale vicepresidente della Federazione atletica nazionale, che porterà anche il saluto del presidente Alfio Giomi.

A seguire vi riproponiamo tutti i documenti assembleari che siamo venuti pubblicando nelle scorse settimane su questo nostro spazio Internet. Inoltre i soci trovano anche le informazioni utili per raggiungere la Casa delle Federazioni, sede dell'Assemblea.



Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Aprile 2014 15:46
 
<< Inizio < Prec. 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 Succ. > Fine >>

Pagina 100 di 134