Home

Accedi



Menu Utente

Chi è online

 57 visitatori online

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi165
mod_vvisit_counterIeri857
mod_vvisit_counterQuesta Settimana2592
mod_vvisit_counterSettimana scorsa5114
mod_vvisit_counterQuesto mese15094
mod_vvisit_counterMese Scorso22291
mod_vvisit_counterDi sempre938942

Online (da almeno 20 minuti): 16
il tuo IP: 54.92.173.9
,
Oggi: Mag 23, 2018


Nazione di provenienza

65.5%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Quei "ragazzi quasi giovani" della Virtus Castenedolo sono campioni d'Italia Master Indoor 2014 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 12 Marzo 2014 14:40

Giovanissimi, giovani, quasi giovani, l'altro ieri giovani: un club che ha tante facce ma un'anima sola. Quarantacinque anni di lavoro sul campo e in palestra, gare ovunque, tre prove nel cuore: triplo (qui è cresciuto Dario Badinelli e parecchi altri), martello, prove multiple, ma uguale attenzione, passione, competenza per qualsiasi altra disciplina di quello "sport mosaico di tanti sport" che è l'atletica. Quarantacinque anni festeggiati con un titolo tricolore, quello indoor della categoria Master, conquistato domenica ad Ancona. E non è la prima volta, ma la terza consecutiva! Con aggiunta, gradita, del miglior piazzamento (quinte) per le ragazze, sì abbiamo scritto proprio ragazze, se lo meritano.

Questa è l'Atletica Virtus Castenedolo, club che è fra i soci del nostro Archivio fin dai primi anni e che molto ha fatto per noi quando abbiamo avuto necessità. Non vogliamo rubare spazio al loro sito (www.virtuscastenedolo.it, per chi ne vuole sapere di più), vogliamo solo indirizzare a tutti i nostri complimenti per questo nuovo successo. Brava Virtus Castenedolo! Molto più brava di noi dell'Archivio.

alt

Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Marzo 2014 17:25
 
Nuova edizione della "Lettre" della Commissione Documentazione e Storia della Federazione francese PDF Stampa E-mail
Domenica 09 Marzo 2014 12:50

Bonjour à toutes et à tous,
Au nom de la Commission Documentation et Histoire de la Fédération Française d'Athlétisme, j'ai le plaisir de vous adresser la lettre mensuelle d'information de mars et son traditionnel résumé des études réalisées ou mises à jour au cours du mois de février que vous pouvez consulter plus en détail via le lien suivant : http://cdh.athle.com/

Ultimo aggiornamento Domenica 09 Marzo 2014 13:49
 
Assemblea A.S.A.I.: i documenti del Sindaco Revisore e i bilanci consuntivo 2013 e preventivo 2014 PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Marzo 2014 14:01

Come pubblicato in questo spazio lo scorso 21 febbraio, i soci del nostro Archivio Storico si ritroveranno a Genova domenica 6 aprile per la Assemblea annuale ordinaria. Pubblichiamo oggi i documenti relativi ai bilanci, consuntivo 2013 e preventivo 2014, con le relazioni accompagnatorie del nostro Sindaco Revisore, Tiziano Strinati. Le potete leggere insieme alla convocazione, ordine del giorno e delega:

Appuntamento domenica 6 aprile: convocazione, ordine del giorno ed eventuale delega li trovate qui.

Documenti di bilancio li trovate qui:

Ultimo aggiornamento Sabato 08 Marzo 2014 09:18
 
Arriva da Piacenza un bel ricordo di Roma '60 e di due grandi attori di quei Giochi: Johnson e Yang PDF Stampa E-mail
Giovedì 27 Febbraio 2014 07:40

altalt

"A quell'epoca ero un ragazzo. Ma mi aveva già contagiato la stupidera per l'atletica. I miei miti erano Livio Berruti, Adolfo Consolini, Pino Dordoni. Andavo ogni pomeriggio allo Stadio di Piacenza, aggrappato alla rete guardavo gli atleti allenarsi: mi faceva divertire Edmondo Ballotta che sfidava tutti a fare il giro della pista...sulle mani!. Erano in tuta e maglia verde del Gruppo Sportivo Calzaturificio Diana, che organizzava anche una riunione nazionale, credo il 25 aprile. Oltre al cavalier Dordoni, piacentino fino al midollo, figlio del quartiere conosciuto come Porta Galera, in quegli anni vidi Giovannetti, Colarossi, Pamich, e tanti altri, forse uno dei primi esperimenti di società con atleti di varie parti d'Italia.

Eravamo alla vigilia dei Giochi Olimpici di Roma. Nel 1959 cominciai a comperare la nuova rivista "Atletica Leggera", ne arrivava una copia alla edicola della Stazione. La bevevo dalla prima all'ultima riga, imparai a conoscere i grandi atleti americani grazie agli articoli di Americus, che è ancora sulla breccia...se sapete chi è, bene, se no attaccatevi!. Tifavo Parry O' Brien dopo aver letto la sua storia, aveva la pedana per il peso nel giardino di casa. Giavellotto e decathlon mi facevano sognare...".

È quanto ci scrive un nostro lettore di Piacenza, che ci affida anche un altro ricordo. "Nel decathlon due atleti accendevano la mia fantasia: il colosso statunitense Rafer Johnson e il cinese di Formosa Yang Chuan Kwang. Sapendo che alcuni giudici piacentini erano stati reclutati per officiare durante i Giochi, chiesi ad uno di loro di cercare il modo di fotografare i miei idoli. Lo fece, sì, ci riuscì, almeno per i due decatleti, e al ritorno fece stampare le due foto e me le regalò, le ho sempre conservate. Ve ne mando copia, dopo aver letto le belle storie che avete pubblicato su Rafer Johnson in Italia nel 1957 (Marco Martini, in italiano e in inglese, ci vorrebbe una traduzione anche in piacentino...) e su quella avvincente finale olimpica (Gabriele Manfredini). Vedete voi cosa farne, se le volete pubblicare, fate pure, ma solo in esclusiva per la A.S.A.I.".

Lo facciamo, presentiamo le due foto, che ci pare siano state prese all'uscita del tunnel che collegava il campo di riscaldamento dello Stadio dei Marmi e lo Stadio Olimpico. Risaltano l'imponenza di Johnson e la più sottile, elegante struttura di Yang. Grazie, caro amico di Piacenza, che ci hai anche scritto: non importa che mettiate il mio nome, sono solamente un vostro estimatore.

Per chi volesse leggersi gli articoli di Marco Martini e Gabriele Manfredini pubblicati sul nostro sito, ecco i lacci e lacciuoli:

"This is my secret": Rafer Johnson was a special teacher for the Italian decathletes in 1957

"Questo è il mio segreto": così, nel 1957, Rafer Johnson fece conoscere il decathlon agli italiani

"Giochi Olimpici 60, niente vacanze romane per i grandi del decathlon impegnati all'Olimpico".

Ultimo aggiornamento Venerdì 07 Marzo 2014 16:53
 
L'Assemblea A.S.A.I. 2014 a Genova domenica 6 aprile nella Casa delle Federazioni del CONI ligure PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Febbraio 2014 08:54

"...Genova è una idea come un'altra..." canta Paolo Conte. A noi questa idea è venuta grazie a due amici che negli ultimi dodici mesi hanno fatto tanto per la storia dell'atletica in Liguria e a Genova (due bellissimi libri di storia sportiva, scritti, raccontati, vissuti, documentatissimi). Sono Angela Cartasegna e Edoardo Giorello, che ci hanno aiutato a chiudere il cerchio con il Comitato ligure del CONI che ospiterà il nostro annuale incontro nella sua sede, nel centro di Genova. Per inciso: il presidente è Vittorio Ottonello, mezzofondista nei suoi anni giovanili per l' Amatori Genova e, negli Anni '90 anche consigliere nazionale FIDAL.

Appuntamento domenica 6 aprile: convocazione, ordine del giorno ed eventuale delega li trovate qui.

Ultimo aggiornamento Venerdì 07 Marzo 2014 16:34
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 102 di 134