Home

Accedi



Menu Utente

Chi è online

 37 visitatori online

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi665
mod_vvisit_counterIeri1062
mod_vvisit_counterQuesta Settimana665
mod_vvisit_counterSettimana scorsa7507
mod_vvisit_counterQuesto mese26623
mod_vvisit_counterMese Scorso28138
mod_vvisit_counterDi sempre1260469

Online (da almeno 20 minuti): 13
il tuo IP: 107.23.129.77
,
Oggi: Mag 26, 2019


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Ireland Ireland



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

11 Septembre 1927, á Milan : les « Demoiselles » et les « Signorine » font de l’athlétisme PDF Stampa E-mail
Lunedì 07 Ottobre 2013 14:22

Le premier match, entre les équipes nationales d’Italie et de France, fût « rose ».

Les « Demoiselles » et « Signorine » furent celles qui allaient générer une confrontation sans égale dans l’histoire de l’athlétisme féminin en Italie. Le score final de 27 à 54 en faveur des demoiselles parla de lui-même. Huit courses, huit victoires françaises ! Que pouvait-on ajouter ?

Eh, les amis, ça n’a pas toujours été ainsi…

Dédions à nos amis de la Commission Documentation et Histoire de la Fédération Française d’Athlétisme ces 2 photos prises lors du premier match disputé le 11 septembre 1927 à Milan au stade de la «Società Ginnastica Forza e Coraggio».

alt

Sur la photo de gauche, les deux équipes alignées avant le match (les françaises au premier plan à droite). Dans l’ovale, le traditionnel échange de fanions entre l’italienne Andreina Sacco et la française Lucienne Laudre.

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Ottobre 2013 15:35
 
Una comunicazione inviataci da Gilbert Rosillo PDF Stampa E-mail
Domenica 06 Ottobre 2013 10:41

Dopo la presentazione dell'accordo avviato con gli amici francesi per una possibile collaborazione fra due gruppi che, ciascuno nel proprio Paese, ha finalità simili, abbiamo ricevuto alcune righe da Gilbert Rosillo, il quale si premura di chiarire che non è più lui il coordinatore del lavoro della Commission Documentation et Histoire ma Luc Vollard, del quale troverete qui sotto l'indirizzo elettronico. Desideriamo ringraziarlo soprattutto per le parole di apprezzamento del lavoro dello storico che ha ispirato la costituzione del nostro Archivio: Bruno Bonomelli. Rosillo scrive:

"Re bonjour

Ma connaissance scolaire de la langue italienne m'a quand même permis de parcourir les travaux gigantesques de Bruno Bonomelli. Travail remarquable tout comme l'annuaire italien qui m'a été présenté en 2008 à l'occasion d'un match Lombardie - Baden-Wurtemberg - Rhône-Alpes à Milan en 2008.

Quant à la présentation de la Commission Documentation et Histoire de la Fédération Française d'Athlétisme, je souhaiterai afin que soit modifiée la dernière phrase (...). Membre de la Commission après avoir assurè la présidence cinque années, Luc Vollard m'a succédé en 2010.

La Lettre d'information de la Commission fait suivre à une réunion où il a été décidé de diffuser au plus grand nombre le travaux de la Commission chargée de

- Constituer une documentation fédéral qui puisse permettre de répondre au demandes de renseignements concernant le chiffres athlétiques (palmarès, biographies, chronologies, bilans tous temps, etc.),

- Effectuer le suivi des sélectionnés internationaux,

- Valoriser toute initiative relative à l'histoire de l'Athlétisme Français.

La diffusion de cette Lettre fait partie des missions que j'accomplis suite á l'organigramme qui a été décidé .

L'address mail de Luc Vollard: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Cordialement

Gilbert Rosillo

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Ottobre 2013 14:26
 
Una interessante proposta dalla Commissione Documentazione e Storia della Federazione Francese PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Ottobre 2013 10:16

Pierre Weiss, per anni Direttore Generale e poi, dal 2006 al 2011, Segretario Generale della I.A.A.F., ci ha fatto una interessante proposta di collaborazione. Pierre, che il "pallino" della statistica lo ha sempre avuto, è stato "reclutato" dalla Fédération Française d'Athlétisme - la sua casa madre originale, prima di passare alla Federazione mondiale - come componente della Commission Documentation et Histoire. In questa sua veste, conoscendo alcuni di noi e sapendo della esistenza dell'A.S.A.I., ci ha proposto di studiare insieme una forma di collaborazione e di scambio di materiali, libri, foto, ecc.

La Commissione pubblica mensilmente una "Lettre d'information" con un sommario dei lavori storici e statistici prodotti dai soci francesi. Primo passo di questo scambio: i nostri soci, e anche coloro che visitano il nostro sito e hanno interesse per le "cose" atletiche, possono inviare il loro indirizzo e mail ed essere inseriti nella spedizione regolare della Lettera d'informazioni.

È sufficiente inviare una richiesta all'indirizzo di Gilbert Rosillo, che coordina il lavoro della Commissione. Utilizzare Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Ottobre 2013 11:27
 
Avviso ai soci che abbiano interesse a visitare la Collezione Ottavio Castellini a Navazzo PDF Stampa E-mail
Martedì 01 Ottobre 2013 09:07

Riceviamo e pubblichiamo:

Il nostro socio Ottavio Castellini si premura di farci sapere che da sabato 12 a sabato 19 ottobre sarà disponibile a far visitare la "Collezione" di libri, riviste, memorabila, ecc, ubicata nella sua casa di Navazzo, Lago di Garda, sponda bresciana. Nei giorni indicati e previo appuntamento, sarà possibile visitare i due piani della "Collezione". Chi ne avesse necessità potrà consultare il materiale per le proprie ricerche.

È necessario concordare giorno e ora della visita: è sufficiente inviare una e mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Ad evitare spiacevoli malintesi si informa che non è possibile fare fotocopie di libri, in particolare quelli antichi. Nel caso di particolare interesse, è possibile concordare un servizio di fotografia a cura del proprietario e per un numero limitato di pagine. In questi casi devono essere rispettate le normative vigenti in tema di proprietà intellettuale.

Chi avesse necessità di trattenersi più di un giorno, può usufruire dell'Albergo Running Club, con annessa pizzeria e ristorante, a pochi metri dall'edificio dove ha sede la "Collezione".

Ultimo aggiornamento Martedì 01 Ottobre 2013 10:23
 
Nomi, numeri e ricordi di tanti anni di atletica in Liguria PDF Stampa E-mail
Giovedì 26 Settembre 2013 11:02

Oggi dedichiamo spazio - meritato - al lavoro storico-statistico di un nostro socio, Edoardo Giorello, genovese, e amico da lunga pezza con alcuni di noi dell'Archivio. Dedichiamo spazio alla sua ultima compilazione, ma sappiamo già che, fra poche settimane, sarà la penultima.

alt

Il libro porta la firma di Edoardo e di sua moglie, Angela Cartesegna, pure genovese, atleta di buon valore che ha spaziato in diverse discipline nei vari club di cui ha vestito i colori in giro per l'Italia (una rapida e superficiale indagine sulle nostre - ASAI - liste tutti i tempi edizione 2009  ci ha portato a trovare il suo "personale" sui 400 metri ostacoli in 60.60, nel 1997). Nelle 420 pagine, tante sono quelle messe insieme dagli autori, c'è il ritratto dell'atletica in Liguria, una terra che il suo contributo di campioni e passioni, di dirigenti e organizzazioni, lo ha dato con generosità. Gli autori spaziano su tutto: cronologie dei primati liguri; i records "veri" vale a dire quelli firmati da atleti liguri...emigrati, il porto di Genova ha esportato per decenni poveri cittadini italiani alla ricerca in una vita degna di essere vissuta, l'atletica ligure ha esportato grandi atleti un po' ovunque. Poi, graduatorie , podismo su strada, maratona, pista coperta (la storia dell' atletica sotto un tetto non di stelle è stata scritta in larghissima percentuale nel mitico Palasport della Foce), marcia, cross, corsa in montagna. Di tutto, di più, secondo autopromozione RAI.

In mezzo ai numeri, testi da leggere con numerose storie, storielle, aneddoti, e foto, tante foto, belle quelle del tempo che fu. Figure che non sbiadiscono. Quel Cesare Ferrari, genovese che vinse quella che si può considerare la nonna del Campionato italiano di maratona. Era il 1897, ancora citando un lavoro della nostra "ditta", ne parlammo diffusamente nel primo volume della storia dei Campionati italiani di atletica. Poi la figura che sovrasta tutti, quella di Emilio Lunghi (il più grande atleta italiano, secondo l'opinione ragionata del nostro amico Marco Martini), seguito da Giacomo Carlini, Armando Valente, Angelo Davoli, Giuseppe Beviacqua, Silvio De Florentiis, sú sú fino ai "moderni", Rita Bottiglieri, Laura Miano, Stefano Mei, e  ai contemporanei, Silvia Salis, Emanuele Abate, Emma Quaglia. Citati alla rinfusa e senza nessuna velleità di precisione. Questa la ritroverete, intatta, nel libro, se avrete voglia di leggerlo.

Prima di tutto di comperarlo. Gli autori lo propongono a 20 Euro, spedizione inclusa. Dettagli più precisi all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Sabato 28 Settembre 2013 07:45
 
<< Inizio < Prec. 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 Succ. > Fine >>

Pagina 136 di 158