Home News Trekkenfild: l'atletica dell'altro ieri, di ieri, di oggi, per noi meglio quella di ieri

Accedi



Menu Utente

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1012
mod_vvisit_counterIeri1027
mod_vvisit_counterQuesta Settimana1012
mod_vvisit_counterSettimana scorsa7379
mod_vvisit_counterQuesto mese23067
mod_vvisit_counterMese Scorso33535
mod_vvisit_counterDi sempre1322976

Online (da almeno 20 minuti): 30
il tuo IP: 54.81.69.220
,
Oggi: Lug 21, 2019


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Canada Canada
0.3%Belgium Belgium
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Trekkenfild: l'atletica dell'altro ieri, di ieri, di oggi, per noi meglio quella di ieri PDF Stampa E-mail
Venerdì 26 Ottobre 2018 13:23

alt

Non saranno i fratelli Bert e Cordner Nelson, che nel 1948 crearono la rivista «Track and Field News», prima sede un garage in San Bruno, California. Sono comunque una bella coppia, Walter Brambilla e Daniele Perboni che, nel garage senza fissa dimora della nuova frontiera digitale, hanno creato, ormai qualche annetto fa, «Trekkenfild», versione sarcastico - longobarda dell'originale californiano. Ne abbiamo parlato già qualche altra volta quindi non ci ripetiamo. Lo mandano on line - come si dice oggi - quando pare a loro, scrivono, punzecchiano, danno noia ai novelli minculpoppisti, in buona sostanza si divertono, e fanno anche un buon lavoro di pungolo ad uno sport che talvolta pare in letargo, di uomini, di idee, di iniziative.

Appena sfornato il nuovo numero che dedica la copertina e i servizi di apertura ad una iniziativa promossa, gestita e realizzata da tre soci di questo Archivio Storico. Parliamo della giornata di omaggio a Giuseppe Gentile ospitata ad Agazzano, in provincia di Piacenza. Iniziativa di cui abbiamo dato conto ampiamente nei giorni scorsi. Walter e Daniele ne hanno scritto tanto, ampiamente. A seguire, intervista a Antonio La Torre, nuovo cittì, una volta si chiamava così chi si prendeva la responsabilità tecnica complessiva degli atleti che dovevano rappresentare il Paese. Commenti, punture di spillo, ma, soprattutto, un bel ricordo di Franco Sar scritto da Fabio Monti. 

Questa l'abbiamo saputa sabato sera nelle baruffe chiozzotte del dopo cena ad Agazzano. Un collaboratore chiama la redazione del giornale - dicono sportivo - per il quale di tanto in tanto gli lasciano scrivere dalle quattro alle sei righe, misura del nostro sport attualmente. Annuncia la morte di Franco Sar, e chiede se può dettare un piccolo ricordo. Si sente chiedere:«E chi è 'sto Sar?». Non ha vinto i Giochi Olimpici, vero, ma da atleta, da dirigente, da promotore, ha lasciato impronte profonde nel sentiero dell'atletica. È la stampa sportiva, bellezza. Sport...che?

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Ottobre 2018 08:30