Home News Homepage Alberto Zanetti Lorenzetti ci riporta ai tempi della Guerra Fredda

Accedi



Menu Utente

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi614
mod_vvisit_counterIeri1093
mod_vvisit_counterQuesta Settimana8141
mod_vvisit_counterSettimana scorsa9478
mod_vvisit_counterQuesto mese20784
mod_vvisit_counterMese Scorso27951
mod_vvisit_counterDi sempre1160610

Online (da almeno 20 minuti): 15
il tuo IP: 107.23.176.162
,
Oggi: Feb 16, 2019


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Ireland Ireland



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Alberto Zanetti Lorenzetti ci riporta ai tempi della Guerra Fredda PDF Stampa E-mail

alt

alt

La biblioteca del nostro Archivio Storico si è arricchita di una nuova opera. Quando diciamo «biblioteca» intendiamo riferirci alle pubblicazioni che portano il marchio A.S.A.I. Oltre a quelle curate direttamente da noi (su tutte, la collana, finora nove volumi, in preparazione il decimo, della Storia dei Campionati italiani di atletica leggera) ci sono quelle «private» che alcuni soci danno alle stampe, pagandole o con i propri quattrini o con quelli…di qualcun altro. Ma senza marchio A.S.A.I., ma comunque motivo di apprezzamento per tutti noi.

Alberto Zanetti Lorenzetti, socio fondatore, fu il curatore del primo volume da noi edito, una raccolta di scritti dello storico cui ci ispiriamo: Bruno Bonomelli. E da allora, tutte le sue pubblicazioni hanno mostrato, ben in evidenza, il nostro logo. Anche quando la pubblicazione riceveva il supporto di altre organizzazioni culturali, come in questo caso. La signorilità non è acqua piovana. Poche settimane fa, a Trieste, è venuto alla luce il prodotto finale della ricerca che Alberto ha dedicato allo sport in Venezia Giulia negli anni 1945 – 1954 e che lo ha impegnato vari anni, fra la sua casa di Gambara dove possiede un patrimonio da bibliofilo, Trieste, Rovigno, Roma, e forse qualche altro sito ancora. Possiamo considerare questo lavoro come il naturale proseguimento del grosso tomo che il nostro amico dedicò allo sport in quella area geografica nel 2002: «Olympia Giuliano - Dalmata», una vastissima panoramica di sport, eventi, personaggi. Adesso il taglio è politico – sportivo – sociale, ben sintetizzato nel titolo: «Sport e guerra fredda in Venezia Giulia 1945 - 1954». Lo sport, al contrario di certi luoghi comunissimi, non vive in una campana di vetro, ma è realtà viva che interagisce con ogni componente del mondo reale.

Partner culturale del nostro autore il Centro di Ricerche Storiche di Rovigno, che gli ha sempre offerto la massima disponibilità, grazie anche al sodalizio fra Alberto e il professor Giovanni Radossi, nume tutelare del Centro. Prima di lasciarvi alla lettura dell’articolo del giornale «La Voce del Popolo» che riferisce ampiamente della presentazione del volume, fatta a Rovigno, vorremmo spendere due parole due su Alberto Zanetti Lorenzetti. Di ricerche storico – sportive ne ha fatte parecchie, e tutte di qualità, fin dal primo lavoro tutto bresciano per celebrare i 100 anni della Società Ginnastica Forza e Costanza. Alberto ha sempre fatto ricerca non «copia incolla» come va tanto di moda adesso, non certi banali collage di scritti commissionati ad altri, o peggio ancora, raffazzonate antologie senza nessun reale valore di impegno storico. Che è stato l’insegnamento che Bruno Bonomelli ha trasmesso a Marco Martini, i nostri due migliori storici dell’atletica italiana. Alberto può esserne considerato, a pieno titolo, erede.

Informazioni per chi fosse interessato alla nuova opera di Alberto. il libro può essere scaricato in formato pdf dalla home page del Centro Ricerche storiche collegandosi all'indirizzo:

https://www.crsrv.org/

mentre che è interessato al volume cartaceo può richiedere informazioni inviando una mail a:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.