Home News Homepage Un fantasma si aggira cupo e minaccioso nelle scuole italiane: lo sport

Accedi



Menu Utente

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi1349
mod_vvisit_counterIeri1318
mod_vvisit_counterQuesta Settimana7294
mod_vvisit_counterSettimana scorsa8417
mod_vvisit_counterQuesto mese18183
mod_vvisit_counterMese Scorso33033
mod_vvisit_counterDi sempre1454623

Online (da almeno 20 minuti): 59
il tuo IP: 18.208.186.19
,
Oggi: Nov 14, 2019


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Canada Canada
0.3%Belgium Belgium
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Un fantasma si aggira cupo e minaccioso nelle scuole italiane: lo sport PDF Stampa E-mail

Marco Cassani era persona dotata di grande competenza del fenomeno sportivo - atletica soprattutto - e nella scatola cranica aveva un cervello. Di conseguenza, scriveva cose intelligenti. Questo che riproduciamo ce lo ha proposto un nostro socio che, consultando la rivista «Atletica Leggera», sulla quale Cassani teneva, fra l'altro, una rubrica fissa, ha scovato questo bel commento, datato metà Anni '70. Tema: lo sport nella scuola. Ahinoi, come la canzone di Mina e Alberto Lupo: parole, parole, parole, parole, parole soltanto parole, parole tra noi. Tanto, non gliene è mai fregato niente a nessuno, in realtà, e tanto meno ora che anche lo sport è allo sfascio, oggetto solo di desiderio di potere, quattrini, affari leciti o illeciti, e vita da Michelazzo (tradotto: mangiare, bere e...con quel che segue). Leggere lo scritto di Cassani è come spalmare una crema alla calendula su una scottatura, allevia il dolore.

 

altalt