Home News Homepage Costermano diventa Navazzo, sulle pagine del quotidiano «L'Arena» di Verona

Accedi



Menu Utente

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi162
mod_vvisit_counterIeri2610
mod_vvisit_counterQuesta Settimana12800
mod_vvisit_counterSettimana scorsa20743
mod_vvisit_counterQuesto mese5049
mod_vvisit_counterMese Scorso75537
mod_vvisit_counterDi sempre1704657

Online (da almeno 20 minuti): 48
il tuo IP: 3.215.182.81
,
Oggi: Apr 03, 2020


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Canada Canada
0.3%Belgium Belgium
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

Costermano diventa Navazzo, sulle pagine del quotidiano «L'Arena» di Verona PDF Stampa E-mail

alt

Diciamo che ci ha fatto piacere che la nostra iniziativa di visitare e omaggiare la tomba di Adolfo Consolini in occasione del cinquantesimo anniversario della morte sia stata ripresa dal quotidiano veronese «L'Arena», cui erano presenti anche Sara Simeoni e Erminio Azzaro. Peccato solo che il redattore che ha messo in pagina la notizia abbia fatto un bel pasticcio, confondendo Costermano - dove è sepolto il campione olimpico - e Navazzo che è la sede del nostro Archivio. Due sponde diverse del lago di Garda, due località che, dirimpettaie, si guardano. E dire che bastava copiare pari pari le righe scritte e inoltrate dal nostro socio Enzo Gallotta, che, con un tempismo ammirevole, si era fatto carico, al rientro da Costermano, di inviare la notizia della visita dei soci dell'A.S.A.I.. Vabbè, peccatuccio veniale, considerando anche che la notizia è stata messa in pagina il giorno della vigilia di Natale, e quindi con qualche fretta dell'ultima ora e con la voglia di andare a cena.

Noi ringraziamo comunque la redazione sportiva del quotidiano veronese per l'attenzione riservata alla nostra iniziativa, così come l'amico Umberto Livotto, sempre attento a farci avere ritagli di giornale di interesse atletico, come in questo caso.