Home Documenti Sociali "Relazione 2008 del Consiglio Direttivo ai Soci"

Login



User Menu

Visitors Counter

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterToday515
mod_vvisit_counterYesterday1117
mod_vvisit_counterThis week6234
mod_vvisit_counterLast week7846
mod_vvisit_counterThis month21873
mod_vvisit_counterLast month37211
mod_vvisit_counterAll days1394442

Online (20 minutes ago): 9
Your IP: 18.206.48.142
,
Today: Sep 20, 2019


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Belgium Belgium
0.3%Canada Canada
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Ireland Ireland



Designed by:
Message
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

"Relazione 2008 del Consiglio Direttivo ai Soci" PDF Print E-mail

 

alt

 

RELAZIONE 2008 DEL CONSIGLIO DIRETTIVO AI SOCI

Nella relazione che il Consiglio Direttivo presentò all’Assemblea dell’Archivio Storico dell’Atletica Italiana "Bruno Bonomelli" nel 2006 si trovano alcune riflessioni che è giusto riproporre ora che giunge a conclusione il mandato 2005-2008.

Troviamo scritto: "Dove va l’A.S.A.I.? o meglio: dove vuole andare? Oppure ancora: quello che sta facendo (e che ha concretamente fatto nei passati dieci anni) è in linea con gli scopi originali della nostra Associazione? Ancora: siamo sicuri che è chiaro a tutti quali sono gli scopi della nostra Associazione?"

Quesiti che riproponiamo a verifica dell’attività svolta in questi ultimi quattro anni, passando in rassegna le voci fondamentali dell’attività associativa.

Bilancio

Se negli anni passati, grazie alla vendita delle pubblicazioni, alle quote associative ordinarie e volontarie, e soprattutto grazie al reperimento di disinteressati mecenati per le pubblicazioni, l’A.S.A.I. aveva potuto via via incrementare la propria disponibilità finanziaria, ora l’Associazione si trova di fronte ad un quadro completamente mutato, soprattutto per quanto riguarda le vendite e le quote.

L’intervento economico in prima persona del Presidente per la pubblicazione del quarto volume della storia dei Campionati italiani; l’aiuto, generoso e signorile, del socio Franco Fava (in memoria del fratello Antonio) a sostegno della pubblicazione del quinto volume della stessa collana; l’impegno in prima persona di Gabriele Manfredini per la ricerca sulla storia delle prove multiple in Italia, sono i tre interventi determinanti che hanno permesso la continuità editoriale nel corso di questo quadriennio, compensando in modo significativo le carenze registrate in bilancio nella voce "soci" e "vendita pubblicazioni" che più avanti verificheremo. Sentiamo pressante il dovere, non formale, di ringraziare questi soci che hanno "messo mano al loro portafoglio", per consentire alla A.S.A.I. una produzione sportivo – letteraria di cui tutti devono sentirsi fieri.

Soci

L’iniziale spinta propulsiva è notevolmente rallentata, sia come reclutamento, ma, soprattutto, come apporto in termini di ricerca o di sostegno concreto ai lavori di altri soci. La scorsa Assemblea era stata occasione di una riflessione sulla realtà associativa: abbiamo soci realmente attivi, che collaborano alle iniziative dell’A.S.AI. e soci che puntualmente si presentano in occasione delle Assemblee annuali, ma esiste un grande numero di soci che non sono andati al di là di una adesione all’Archivio Storico per simpatia o per rispetto verso colui che tale adesione sollecitava (azione di importanza fondamentale soprattutto nei primi anni di vita dell’A.S.A.I. per aumentare la disponibilità di cassa).

Sarà necessaria una ulteriore riflessione sul rapporto con i soci, dato che le entrate delle quote associative ormai rischierebbero di non coprire nemmeno le spese postali (che spesso, come nel 2008, abbiamo potuto evitare grazie all’interessamento dei "soliti noti").

Se è opportuno sottolineare che le persone entrate a far parte dell’A.S.A.I. in questi ultimi anni lo hanno fatto perché motivati da proprie considerazioni, è altresì da sottolineare il ben più mortificante calo delle quote associative volontarie, nonostante la dichiarata volontà di destinare le entrate di questi ultimi due anni ad iniziative dedicate alla memoria di Aldo Capanni.

In memoria

Accanto al nome di Aldo, vogliamo ricordare anche quello di Maria Cristina Dal Fabbro,  associata all’A.S.A.I. fin dalla sua fondazione, anche lei prematuramente scomparsa.

Pubblicazioni

L’attività editoriale è sempre stata e resta il "fiore all’occhiello" della nostra Associazione. In questo quadriennio l’Archivio Storico ha dato alle stampe:

2006 - "Nero, bianco, rosso e qualche sfumatura rosa", quarto volume della storia dei Campionati italiani che copriva l’arco temporale 1921-1924.

2006 - "10.000 metri maschili in Italia. Risultati e statistiche" di Enzo Rivis, in supporto informatico.

2007 - "Prove multiple di atletica leggera in Italia dalle origini all’anno 1968" di Gabriele Manfredini.

2008 - "Nella città d’oro inizia l’epopea dell’affascinante romanzo azzurro", quinto volume della collana sulla storia dei Campionati italiani, comprendente il periodo che va dal 1925 al 1928.

Inoltre il logo dell’A.S.A.I. è presente, su richiesta degli autori (ai quali deve andare il nostro ringraziamento) nelle opere:

2006 - "Armando Filiput. Oltre ogni ostacolo" di Massimiliano Oleotto.

2008 - "Il Parco Reale e Monza. Una storia di sport ed atletica" di Sergio Giuntini e Alberto Zanetti Lorenzetti, iniziativa editoriale del Comitato Regionale Lombardo in occasione del Campionato Italiano di Società di cross, che si è avvalso in modo ufficiale della collaborazione del nostro Archivio Storico.

Parallelamente è proseguita l’opera di ricerca e pubblicazione di lavori personali di soci dell’A.S.A.I. anche al di fuori dell’Associazione.

Vogliamo ricordare l’importante e apprezzatissimo lavoro di Augusto Frasca "Dorando Pietri, la corsa del Secolo", uno dei momenti più significativi delle manifestazioni celebrative promosse a Carpi per il Centenario della maratona dei Giochi Olimpici Londra 1908. Una splendida edizione che i soci presenti alla Assemblea 2008, a Correggio, hanno ricevuto in omaggio, grazie alla disponibilità di Ivano Barbolini e all’interessamento di Gianni Galeotti, che della Assemblea fu apprezzato e signorile organizzatore. Merita ricordare che in quella occasione i soci ebbero anche l’opportunità di visitare, nella stessa sede, una straordinaria mostra filatelica promossa dallo stesso Galeotti.

Avendo citato il nome di Ivano Barbolini, nostro socio, sentiamo il dovere di formulare un sincero augurio per la sua salute. Barbolini, organizzatore della maratona di Carpi, è stato l’ideatore e l’"anima" delle Celebrazioni del Centenario della maratona di Londra 1908.

Senza pause il lavoro culturale di Marco Martini, il quale, grazie al sostegno dell’Italia Marathon Club di Roma, ha continuato l’interessante pubblicazione della "Storia dell’atletica laziale – parte terza 1951-1975".

Sergio Giuntini è a sua volta impegnato in ricerche su Carlo Speroni, la S.G.M. Pro Patria e altro ancora.

Anche questa volta dobbiamo ricordare che nonostante il grande apprezzamento ricevuto per i nostri lavori, ci troviamo di fronte ad una vendita di copie del tutto insoddisfacente. E’ un problema che si trascina da anni e che necessita di una accurata analisi.

Sito internet

E’ noto, e degno di vivo apprezzamento da parte nostra, il meritorio lavoro costantemente svolto in tutti questi anni dal socio Enzo Sabbadin, che ha dato la sua competenza tecnica per curare e far crescere progressivamente il nostro sito.

Un ringraziamento va anche dato ancora una volta a Marco Martini, che con i suoi lavori ha permesso un salto di qualità alla "Sezione storica" del sito, che ha potuto aggiungere le seguenti sezioni:

Profili

I GRANDI DUELLI DEL PASSATO

ADOLFO CONSOLINI

SAVINO GUGLIELMETTI

BIOGRAFIA DI EMILIO LUNGHI

IMMAGINI: Ondina Valla e Claudia Testoni, Milano Arena 27/8/1933

Gli incontri della Nazionale italiana di atletica leggera

Gli incontri della Nazionale italiana maschile di atletica leggera: 1925-1950

Immagini: Italia-Ungheria, Budapest 7/8/1941

Gli incontri della Nazionale italiana maschile di atletica leggera: 1951-1960

Gli incontri della Nazionale italiana femminile di atletica leggera: 1927-1950

Gli incontri della Nazionale italiana femminile di atletica leggera: 1951-1960

Liste italiane maschili 1908-1931

1908-1918 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1919 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1920 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1921 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1922 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1923 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1924 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1925 – LISTE ITALIANE MASCHILI

1926 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1927 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1928 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1929 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1930 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1931 - LISTE ITALIANE MASCHILI

1932 - LISTE ITALIANE MASCHILI

Rimane la considerazione che le enormi potenzialità fornite dalla tecnologia, soprattutto in termini di inserimento di lavori storico-statistici – l’impegno personale di Martini ne è straordinaria testimonianza – sono ampiamente sotto-utilizzate.

Ricordiamo ai soci che il Consiglio è sempre disponibile a valutare la possibilità di inserire lavori in linea con le finalità della nostra Associazione.

Attività di rappresentanza

L’Archivio Storico è stato invitato e rappresentato ufficialmente in diverse occasioni:

  • alla Maratona di Roma (con il socio Mario Biagini);
  • al Centro di Documentazione Multimediale Giuliano-Dalmata di Trieste (Alberto Zanetti Lorenzetti);
  • ai convegni dell’U.N.A.S.C.I. (Aldo Capanni);
  • al Donato Pavesi Fit Walking (Mario Bono, Zanetti Lorenzetti e Rosa Valzelli);
  • alla manifestazione di apertura organizzata a Carpi per la presentazione delle iniziative legate al Centenario della maratona dei Giochi Olimpici di Londra 1908 e del volume di Augusto Frasca su Dorando Pietri (Ottavio Castellini e Zanetti Lorenzetti);
  • alla corsa podistica internazionale "Diecimiglia del Garda" a Navazzo di Gargnano (Rosetta Nulli Bonomelli, Giulio Salamina, Rosa Valzelli e Alberto Zanetti Lorenzetti).

Nel 2007, Ottavio Castellini fu invitato, come Presidente dell’A.S.A.I., a scrivere un articolo per il numero speciale del 20esimo anniversario di fondazione della Associación Española de Estadísticos de Atletismo (A.E.E.A.).

Lavori in corso

La gestazione delle liste italiane di tutti i tempi, in una nuova versione aggiornata (sarà la terza sotto l’egida A.S.A.I.), si è rivelata più laboriosa del previsto: in particolare non è stato possibile rispettare – per vari motivi, non trascurabile la "solitudine" dei due compilatori – l’appuntamento estivo prospettato nella passata assemblea, vale a dire l’uscita in concomitanza con i Giochi Olimpici di Pechino 2008.

La compilazione verrà riproposta nella prossima estate, con l’inclusione dei dati stagionali 2008: l’obiettivo – stabilito d’intesa con i compilatori Raul Leoni e Enzo Sabbadin – è quello di chiudere la fase di aggiornamento per la prima metà di maggio, rendendo così disponibili i supporti digitali prima dei Campionati del mondo di Berlino e, possibilmente, anche per i Campionati del mondo giovanili, a Bressanone in luglio.

Di pari passo sta procedendo l’attività di ricognizione e di inserimento della documentazione relativa alle liste italiane all-time indoor. Anche sull’attuazione di questo progetto sta pesando la mancanza di un vero e proprio supporto operativo a fianco dei due principali compilatori. Il materiale raccolto da Leoni e Sabbadin consente tuttavia di predisporre una pubblicazione di profondità mai toccata in precedenza, pur con i limiti imposti dai necessari principi di coerenza tecnico-statistica rispetto alle liste all’aperto.

 

Qualche mese fa, da parte del presidente Castellini, è stato dato incarico al ben conosciuto gruppo di lavoro (Augusto Frasca, Roberto L. Quercetani, Marco Martini ed Alberto Zanetti Lorenzetti) di mettere in cantiere il sesto volume della storia dei campionati italiani, che coprirà il periodo 1929-1932. Castellini ha garantito di aver reperito un aiuto economico per la copertura – totale o parziale – del nuovo volume.

Alla conclusione di questa opera il vicepresidente Zanetti Lorenzetti porterà a termine l’aggiornamento del lavoro di Claudio Baldini sulla storia nazionale della 50 chilometri di marcia.

Raccolta pubblicazioni

Nel corso del 2006 il materiale in possesso dell’Archivio Storico ha avuto un incremento grazie ad una donazione di libri da parte del socio consigliere Raul Leoni, mentre Alberto Zanetti Lorenzetti prosegue la raccolta delle annate della "Gazzetta dello Sport".

Ricordo di Aldo Capanni

Grazie all’interessamento del socio Aurelio Forti, negli anni 2007 e 2008 la gara podistica internazionale "Diecimiglia del Garda" che ha luogo a Navazzo, sul lago di Garda, e che ha festeggiato nel 2008 la sua 35esima edizione, ha assegnato il Trofeo Aldo Capanni nella corsa più prestigiosa, quella della categoria maschile assoluta. Diversi soci sono intervenuti alla manifestazione, e alcuni hanno offerto contributi personali.

Infine, il Consiglio Direttivo dell’A.S.A.I., sentiti anche amici che hanno avuto esperienze analoghe, ha accantonato, in parte, l’idea di una borsa di studio alla memoria di Aldo Capanni, nei termini che erano stati prospettati alla Assemblea del 2006. Ben presto ci si è resi conto che una iniziativa come quella avrebbe avuto bisogno di ben altre forze disponibili e operanti. Il Consiglio Direttivo, fermo nel proposito di "cosa fare" per ricordare Aldo, si è attivato per trovare soluzioni alternative e confermare il valore affettivo del ricordo del nostro indimenticabile amico. Il CD, su suggerimento di una persona amica esterna ma molto vicina ad alcuni di noi, ha ritenuto opportuno prendere contatti con la Società Italiana di Storia dello Sport (SISS), che nel prossimo autunno organizzerà a Pisa il convegno del C.E.S.H. (Comitato europeo di storia dello sport), al fine di mettere a disposizione del Comitato organizzatore una borsa di studio intitolata ad Aldo Capanni.

La consistenza – stabilita dal S.I.S.S. – della cifra delle borse di studio che saranno assegnate dal Convegno (250 Euro) ed il ruolo che Capanni ha avuto sia nel S.I.S.S. che nell’Associazione europea ci hanno spinti a rompere gli indugi e a utilizzare questa via per onorare la memoria del nostro amico Aldo, nel segno della nostra Associazione. La presenza della nostra Associazione a questa iniziativa sarà definita nelle prossime settimane.

Dopo la prima esperienza, il Consiglio Direttivo non esclude che la disponibilità dell’Archivio Storico a tale collaborazione abbia seguito nel tempo.

Brescia, febbraio 2009

 

 

 

ARCHIVIO STORICO DELL’ATLETICA ITALIANA

"BRUNO BONOMELLI"

ASSEMBLEA 2009

Firenze, 15 marzo 2009