Home Documenti Sociali "VERBALE N. 12 del 26.3.2006 dell'ASSEMBLEA DEI SOCI"

Accedi



Menu Utente

Contatore Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi67
mod_vvisit_counterIeri922
mod_vvisit_counterQuesta Settimana4972
mod_vvisit_counterSettimana scorsa8730
mod_vvisit_counterQuesto mese26345
mod_vvisit_counterMese Scorso27951
mod_vvisit_counterDi sempre1166171

Online (da almeno 20 minuti): 21
il tuo IP: 34.203.28.212
,
Oggi: Feb 21, 2019


Nazione di provenienza

65.4%Italy Italy
8.7%United States United States
6.3%France France
5.4%Spain Spain
4.1%Monaco Monaco
1.5%Sweden Sweden
1.3%Germany Germany
1.2%United Kingdom United Kingdom
0.8%Brazil Brazil
0.6%Poland Poland
0.3%Canada Canada
0.3%Belgium Belgium
0.3%Czech Republic Czech Republic
0.3%Netherlands Netherlands
0.3%Romania Romania
0.2%Lithuania Lithuania
0.2%Switzerland Switzerland
0.2%Russian Federation Russian Federation
0.1%Austria Austria
0.1%Croatia Croatia



Designed by:
Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo website utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzionalità. Scorrendo questa pagina o cliccando in qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookies.

    Visualizza i documenti sulla direttiva della e-Privacy

"VERBALE N. 12 del 26.3.2006 dell'ASSEMBLEA DEI SOCI" PDF Stampa E-mail

 

 

VERBALE N. 12 del 26.3.2006 dell'ASSEMBLEA DEI SOCI

 

Il giorno domenica 26 marzo 2006, alle ore 11.00, in seconda convocazione, presso la Sala Riunioni del Comitato Regionale Toscano F.I.D.A.L. (gentile concessione), allo Stadio Luigi Ridolfi, in Viale Manfredo Fanti 2, a Firenze, si è riunita l'Assemblea Ordinaria 2006 dei Soci dell'A.S.A.I. - Archivio Storico dell'Atletica Italiana Bruno Bonomelli.

Sono presenti il Presidente Onorario Quercetani, il Presidente Castellini, il Vice-Presidente Zanetti Lorenzetti, il segretario Capanni, i consiglieri Leoni e Martini, il sindaco revisore Strinati, i soci fondatori Galeotti e Nulli, i soci aderenti Barberis, Carniani, Forti, Manfredini, Mappa, Menicatti, Mollo, Pallicca, Rivis, Sabbadin e Valzelli. Risultano assenti i soci fondatori Fracchia e Garavaglia. Sono presenti per delega il socio fondatore Frasca (delega a Martini), e i soci aderenti Biagini (delega a Pallicca), Dal Fabbro (delega a Nulli), Fava (delega a Castellini), Gelmi (delega a Capanni), Giovannelli (delega a Barberis), Gozzelino (delega a Carniani), Granata (delega a Leoni) e Merlo (delega a Sabbadin).

Il presidente Castellini assume la presidenza dell'assemblea con il consenso della stessa, mentre il segretario Capanni, come da statuto, assume la funzione di segretario dell’assemblea.

Subito dopo il presidente, constatata la regolarità dell'assemblea in seconda convocazione, la apre ufficialmente salutando e ringraziando i soci convenuti per la loro puntuale presenza. Quindi effettua due comunicazioni relative agli ultimi lavori realizzati dall’A.S.A.I. Bruno Bonomelli.

Egli parla innanzitutto del CD contenente il lavoro del socio Enzo Rivis relativo a liste molto approfondite, a risultati e ad altri dati sulla storia dei 10.000 metri maschili in Italia; Castellini ricorda come questo lavoro, già programmato inizialmente per l’assemblea precedente, è poi slittato a quest’anno, giungendo comunque ad un efficace risultato per il quale il presidente ringrazia l’autore Rivis. Il CD sui 10.000 metri maschili sarà fornito gratuitamente – come d’abitudine da qualche anno a questa parte – ai soci che verseranno la loro quota sociale annua a carattere volontario; sarà invece ceduto come d’uso a chi vorrà acquistarlo.

Castellini illustra poi brevemente anche la nuova puntata della ricostruzione storica dei risultati dei Campionati Italiani di atletica leggera, il quarto volume dedicato questa volta agli anni che vanno dal 1921 al 1924 compresi. L’opera – della cui realizzazione il presidente si dichiara molto soddisfatto – si inserisce efficacemente nella collana voluta dall’A.S.A.I., con alcuni saggi di alto livello che affiancano come di consueto la dettagliata ricostruzione dei risultati agonistici. Castellini, anche in questo caso, ringrazia pubblicamente gli autori e, mentre annuncia che scriverà personalmente ai due assenti, Augusto Frasca e Sergio Giuntini, consegna personalmente una copia del volume agli altri due compilatori presenti in assemblea, Roberto Luigi Quercetani e Marco Martini.

Castellini dà poi la parola al segretario Capanni. Questi dà lettura dell'o.d.g. previsto:

1) approvazione del verbale della precedente assemblea;

2) relazione del Consiglio Direttivo ai Soci;

3) relazione del Sindaco Revisore;

4) approvazione del bilancio consuntivo 2005 e del bilancio preventivo 2006;

5) attività dell'Associazione;

6) varie ed eventuali.

Il segretario Capanni, relativamente ai primi quattro punti dell’ordine del giorno, ricorda ai soci presenti che il verbale di riunione della precedente assemblea 2005, oltre ad essere stato inserito sul sito internet associativo - dove è sempre disponibile -, è stato inviato a tutti i soci per posta in fotocopia, ed è stato poi riportato integralmente sull’ultimo numero del Bollettino associativo. Ricorda anche che la relazione del Consiglio Direttivo ai Soci sull’attività 2005, il bilancio consuntivo 2005, il bilancio preventivo 2006, e le relative relazioni del Sindaco Revisore sono stati tutti spediti anticipatamente ai soci insieme alla convocazione dell’attuale assemblea. Come per le precedenti assemblee quindi, non risultando domande in merito ed al fine di risparmiare tempo prezioso da dedicare alla discussione, tutti tali adempimenti formali vengono dati per letti e posti direttamente all’approvazione dei soci presenti.

L’assemblea, invitata ad esprimersi per alzata di mano, approva all’unanimità:

    • il verbale delle assemblee numero 11 del 30.04.2005 relativo all’assemblea ordinaria del 23-24.4.2005;
    • la relazione del Consiglio Direttivo ai Soci sull’attività 2005;
    • il bilancio consuntivo 2005 e il bilancio preventivo 2006;
    • la relazione del Sindaco Revisore ai bilanci.

Il segretario Capanni, quindi, su invito del presidente, chiede ai soci presenti per la prima volta in assemblea di presentarsi ai colleghi, come ormai diventata prassi abitudinaria delle assemblee A.S.A.I.; prendono quindi la parola prima Giorgio Barberis di Torino e poi Tito Mollo di Roma. Barberis, giornalista professionista da molti anni, ricorda di essere stato "fulminato" dalla passione dell’atletica in gioventù quando iniziò a praticarla, per poi passare a commentarla sui giornali ai quali ha collaborato, in particolare La Gazzetta dello Sport e La Stampa; attualmente ha lasciato di recente la professione per dedicarsi – quale addetto stampa – alle Universiadi Invernali di Torino 2007. Tito Mollo, nuovo socio che ha appena aderito all’A.S.A.I., narra anche lui che fu "colpito" dal virus dell’atletica nel 1960 quando – da giovane studente – ebbe la ventura di gustarsi la vittoria olimpica di Berruti sui 200 metri; da lì ha progressivamente cominciato ad interessarsi a cifre, statistiche, graduatorie, entrando in contatto con altri appassionati fra i quali il socio Pino Mappa di Firenze che lo ha ora convinto ad iscriversi all’associazione.

Si passa quindi al quinto punto dell’ordine del giorno – attività dell’associazione – e il presidente Castellini inizia ricordando che il 26 gennaio precedente ha compiuto felicemente 90 anni il nostro socio fondatore Luciano Fracchia. Castellini, nel rammentare gli scritti su Fracchia dei soci Frasca e Pallicca pubblicati sul periodico elettronico "Spiridon" diretto dall’altro socio Oneto, fa sapere di avere anche parlato personalmente per telefono, il giorno del genetliaco, con Fracchia ad Asti, trovandolo costretto in casa dai suoi problemi di salute, ma lucidissimo e attentissimo come sempre a tutte le vicende dell’atletica. Castellini ritiene che tutti coloro che presenziano al momento, anche se con qualche settimana di ritardo a causa della data di svolgimento dell’assemblea, vorranno manifestare i propri auguri a Fracchia, e ottiene in proposito l’adesione convinta e il sostegno dei soci presenti.

Interviene poi il consigliere Leoni. Egli, dopo aver comunicato di aver portato con sé una serie di pubblicazioni che intende conferire all’archivio associativo, riferisce delle intenzioni sue e di Sabbadin a proposito della futura realizzazione di due pubblicazioni statistiche su CD-Rom, le liste italiane delle specialità non olimpiche e della marcia, e una nuova edizione delle liste nazionali all-time, queste ultime da chiudersi al 31.12 2007 e da porre quindi in distribuzione nella ricorrenza dell’anno olimpico 2008. Leoni ricorda che il gruppo di lavoro associativo sulle liste all-time era inizialmente composto da tre persone; poiché però una si è ormai definitivamente ritirata da tale attività, egli invita soci eventualmente disponibili a farsi avanti, citando a titolo di esempio Gabriele Manfredini che potrebbe ben collaborare per le prove multiple, sua specialità di specifico interesse.

Sabbadin, a sua volta, commenta che i due lavori ora indicati possono ben essere messi in programma, con lavoro nel 2006 e uscita nel 2007 per le liste non olimpiche e di marcia; Sabbadin ricorda anche che, in precedenti occasioni, si era parlato più volte di liste indoor, ma il progetto è stato abbandonato per alcune difficoltà sopravvenute.

Il segretario Capanni gli chiede se può riferire in merito a queste difficoltà sulle liste indoor. Sabbadin chiarisce che i dati disponibili, suoi e di Leoni in particolare, sono redatti in modi molto difformi, con vari programmi informatici e anche a livello soltanto manuale, per cui il riassumere tutti questi dati comporterebbe un lavoro effettivo al momento troppo ampio ed impegnativo per quello che è il tempo libero disponibile dei rispettivi autori.

Manfredini, chiamato in causa da Leoni, si dichiara pienamente disponibile a collaborare per le prove multiple, vista la ampia disponibilità di dati che possiede. Annuncia poi che a breve sul sito internet del Meeting bresciano di prove multiple Multistars saranno inserite tutte le migliori prestazioni indoor e outdoor delle varie specialità multiple. Quindi riferisce che sta ormai portando a termine il suo dettagliatissimo studio sulle prove multiple in Italia, che dovrebbe essere pronto per l’anno venturo, ma che ha ancora dei "vuoti" da colmare, in particolare per il pentathlon e per le liste italiane degli anni ’50 e ’60. In proposito chiede aiuto, notizie e consigli a tutti i soci presenti, alcuni dei quali indicano alcune limitate possibilità forse esistenti.

Il presidente Castellini, a questo punto, interviene per ricordare come – dopo l’attuale pubblicazione del quarto volume sulla storia dei campionati italiani – appaia ormai in conclusione il più volte annunciato lavoro sulla 50 chilometri di marcia in Italia, opera impostata dal nostro socio fondatore scomparso Claudio Baldini. Egli ritiene quindi possibile, alla luce di quanto ora comunicato da Leoni e Sabbadin, che si possa annunciare un programma di "uscite" che preveda fra 2006 e 2007 il volume sui 50 chilometri di marcia, nel 2007 il CD sulle liste delle specialità non olimpiche e della marcia, e nel 2008 il CD sulle liste all-time. Egli dichiara poi di voler comunque sempre proseguire con il programma della storia dei campionati, anche se al momento non è possibile ipotizzare scadenze per nuove uscite. Del resto a questo punto, come ricorda argutamente il presidente onorario Quercetani, mancano ormai poco più di ottant’anni al completamento dell’opera di ricostruzione!

Castellini ricorda quindi che nello scorso ottobre egli si è reso disponibile, in un fine settimana, ad aprire alla consultazione degli interessati le sue raccolte collocate a Navazzo. Egli conferma che, quando gli sarà possibile, ripeterà queste offerta e, in proposito, comunica sin d’ora ai presenti la sua disponibilità per il fine settimana del 22 e 23 aprile prossimi. Seguirà opportuna comunicazione, come nella precedente occasione, solo per via informatica a chi ha reso noto il proprio indirizzo e-mail, mentre chiede – per ovvi motivi organizzativi – un preavviso a lui indirizzato.

A proposito della località di Navazzo interviene il socio Forti il quale a sua volta comunica che finalmente sta per aprire proprio nella località gardesana, a pochi metri di distanza dalla biblioteca – è ormai solo questione di pochi giorni – il nuovo albergo "Running Club". La struttura, dotata di 19 camere e con ristorante annesso, ha ottenuto le tre stelle come certificazione di qualità e saranno fatte agevolazioni e facilitazioni per tutti i soci A.S.A.I. che, volendo visitare la biblioteca o anche solo fare vacanze a Navazzo, si presenteranno come tali. In proposito fa sapere che, non appena possibile, renderà noti ai soci i prezzi del locale e gli sconti specificatamente riservati ai soci A.S.A.I.

Castellini riprende poi nuovamente la parola per introdurre un importante tema di discussione, tema che era già stato opportunamente presentato ai soci in sede di convocazione di assemblea con l’invio per conoscenza di alcune lettere specificatamente intercorse. Egli si riferisce al Comitato Dorando 2008 per le annunciate celebrazioni del centenario del maratoneta olimpionico a Londra. Dopo aver ricordato che la proposta pervenuta all’A.S.A.I. è stata quella di contribuire alla riuscita di un convegno dedicato all’associazionismo sportivo in Italia, egli dà la parola al socio Gianni Galeotti di Reggio Emilia perché, come membro del Comitato, illustri ai soci gli sviluppi della situazione.

Galeotti riferisce che lui si occuperà di varie iniziative legate alla filatelia sportiva, suo vecchio amore da sempre; in particolare dovrebbe uscire un francobollo ricordo, saranno concessi annulli filatelici specifici, si terranno convegni nelle scuole e una mostra filatelica sull’atletica e sull’Olimpiade; il tutto si svolgerà a Correggio, località coinvolta quale comune di nascita di Pietri. Invece l’annunciato convegno sull’associazionismo sportivo si svolgerà a Reggio Emilia, e sarà organizzato dallo stesso Galeotti con la collaborazione della locale Amministrazione Provinciale. Galeotti assicura e si dichiara fin d’ora personalmente garante che non ci saranno spese per l’A.S.A.I., visti i finanziamenti pubblici in via di concessione, ed auspica che l’A.S.A.I. intervenga nella scelta dei temi, in quella dei relatori e nella vera e propria organizzazione del convegno, anche per uscire finalmente fuori dal proprio ristretto ambito e per farsi un po’ conoscere anche in altri ambienti di più largo respiro. In proposito precisa che il ruolo dell’A.S.A.I. dovrà essere decisionale e di indirizzo, non operativo, né pratico, né di segreteria – dato che a ciò dovranno provvedere forze locali, peraltro ancora da mettere all’opera. Egli chiede quindi che l’A.S.A.I. indichi qualcuno in grado di collaborare con lui per orientare il convegno, che faccia il relatore o che contribuisca alla scelta dei relatori una volta individuati i temi da discutere.

Il socio e consigliere Martini, appositamente interpellato, dichiara la sua non disponibilità, perché la cosa non gli interessa; egli aveva fatto presente al Comitato Dorando 2008 che – quale frutto di sue specifiche ricerche – avrebbe potuto portare un contributo con alcune novità su Pietri, ma la risposta a tale sua offerta era stata interlocutoria e abbastanza ambigua: "vedremo…".

Il socio Manfredini, invece, afferma che trova il tutto un po’ troppo macchinoso, però dà la sua disponibilità quale possibile relatore perché, come afferma, manca un bel po’ di tempo al 2008 e quindi ritiene di potersi preparare opportunamente con ricerche specifiche dedicate, ad esempio, alla nascita della attività atletica nelle società ginnastiche.

Intervengono vari soci, ed in particolare Leoni e Sabbadin; essi dichiarano concordemente che, sia per continuità con l’adesione fornita al Comitato nell’assemblea dello scorso anno, sia perché l’A.S.A.I. non può perdere una occasione di visibilità come questa, sarebbe bene aderire alla richiesta di Galeotti.

Galeotti stesso ricorda anche altre iniziative decise dal Comitato e già in avanzata fase di realizzazione: il bando di concorso per un monumento a Pietri, un libro del tipo romanzo storico dello scrittore emiliano Pederiali che uscirà per le edizioni Garzanti, e un libro storico di Frasca su Pietri che dovrebbe uscire a fine 2007 per la distribuzione delle edizioni Rizzoli.

A quel punto della riunione, visto che, nonostante le dichiarazioni di intenti formulate da molti, nessuno si è dichiarato personalmente disponibile a collaborare in nome e per conto dell’A.S.A.I. con Galeotti, il segretario Capanni gli chiede esplicitamente se è possibile farlo solo per via informatica. Capanni infatti si dichiara impossibilitato per motivi personali a recarsi anche episodicamente a Reggio Emilia, ma disponibile a partecipare alla fase decisionale e di indirizzo del convegno se sarà possibile farlo per via telematica a mezzo posta elettronica oppure, quando necessario, per telefono.

Galeotti dà la sua piena disponibilità in merito, dichiara che – in caso di necessità – potrebbe recarsi lui a Firenze per conferire con Capanni, ed accetta quindi l’offerta di collaborazione dello stesso Capanni per conto dell’A.S.A.I. Bruno Bonomelli. Il presidente Castellini, viste le rispettive dichiarazioni ora intercorse, conclude la discussione riferendo che comunicherà per scritto appena possibile al presidente del Comitato Dorando 2008 Ivano Barbolini le decisioni ora prese dall’assemblea.

Chiede poi la parola il socio Menicatti di Lecco. Porta innanzitutto i saluti dei soci Mario Bono e Pietro Nava, impossibilitati a partecipare, quindi riferisce che egli sta lavorando ad un progetto, nella sua città, che intende portare – facendo leva sulle sue cospicue raccolte personali – all’allestimento di una biblioteca dello sport che promuova anche tavole rotonde e altre iniziative culturali. Egli chiede se, similmente a quanto è stato fatto a Navazzo, sia possibile, nel momento della realizzazione della cosa, porre anche la targa A.S.A.I. negli eventuali locali destinati a tale uso. Chiede quindi che questo tema, vista l’ora tarda, sia tenuto eventualmente in considerazione per la prossima assemblea. Egli – come il socio Manfredini in precedenza – consegna poi al segretario l’elenco delle opere da lui personalmente possedute.

Il presidente Castellini conclude poi invitando tutti i soci presenti – o comunque tutti gli interessati – a farsi avanti se hanno desiderio o intenzione di organizzare in qualche località diversa l’annuale assemblea associativa dell’A.S.A.I. Bruno Bonomelli. Se vi saranno disponibilità in merito, invita ad indirizzarle al Consiglio Direttivo entro e non oltre il prossimo mese di ottobre.

Essendosi con ciò conclusi gli argomenti iscritti all’ordine del giorno, e non essendovi altro da deliberare, l’assemblea conclude i suoi lavori alle ore 13.30 circa.

Il segretario Il presidente

_____________________ _____________

Firenze, 31 marzo 2006.