Messaggio
Auguri dai Master del tempo di Cecco Beppe, come vedete son sempre esistiti Stampa

alt

Sì, son proprio sempre esistiti i Master, i praticanti attività fisica con un bel fardello di anni sulle spalle. Solo i presuntuosi modernisti pensano, stoltamente, di aver inventato tutto, si gloriano di aver creato questa attività. Avant nous le déluge, pensano gli stolti, modificando il famoso motto (era un Après nous...) attribuito, senza nessuna certezza, o al Re di Francia Luigi XV o alla sua favorita Madame de Pompadour. Noi propendiamo per Madame, le donne sono più sottili e taglienti degli uomini. La antica immagine dei praticanti già inscritti agli albi dell'I.N.P.S. dell'Imperatore d'Austria Cecco Beppe è frutto delle pazienti e sistematiche ricerche del nostro segretario Alberto Zanetti Lorenzetti, il quale l'ha «ritoccata» in sintonia con il periodo natalizio. Superfluo sarebbe ricordare le peripezie di questi dodici mesi, le preoccupazioni, i lutti. Natale e Fine Anno sono solo banali appendici, enfatizzate da questa assurda società di consumismo ad oltranza, a questa situazione che ha messo tutti i ginocchio, e che solo gli idioti si ostinano a non riconoscere.

La situazione generale non poteva non colpire anche la nostra modesta (?) attività sociale: annullata l'Assemblea annuale già fissata a maggio, nel bell'intorno della Valle delle Cartiere, a Toscolano Maderno, sul lago di Garda, nella sede dell'affascinante Museo della Carta. I contatti sono stati lasciati, come tutti, ai telefoni e alla posta elettronica. Il nostro sito ha fatto da catalizzatore dei nostri interessi storico-atletici. Ha conosciuto momenti eccezionali per il numero di contatti. Dopo il ritorno a dimensioni meno eclatanti, abbiamo comunque superato i due milioni di contatti complessivi a fine novembre.

Adesso dobbiamo ritrovarci, anche solo una volta l'anno per l'Assemblea, ma ritrovarci. Lo chiediamo all'anno che sta percorrendo l'ultimo miglio e arriverà fra pochi giorni. Accogliamolo con un sorriso, quello che ci regala la vignetta elaborata da Alberto. Che il 2021 ci porti le cose essenziali della vita, del superfluo facciamo a meno, non della nostra voglia di cultura, seppure limitata al nostro sport, che spesso ci apre orizzonti anche più ampi. In alto i cuori!