Message
Elio Forti, di Navazzo, omaggio al nostro socio...che cammina anche per noi Print
Wednesday, 09 June 2021 10:24

alt alt

alt alt

Legenda delle foto, in senso orario. Vista dalla collina sopra Torbole, parte trentina, dove i camminatori sono arrivati dopo 35 ore. Elio Forti sul balcone che si affaccia sul golfo di Salò. Il passaggio sul ponte tibetano tra Pai di Sopra e Crero, a monte di Torri del Benaco, lato veneto. Veduta sul castello di Malcesine.

Il nostro socio Elio Forti, gardesano, non è nuovo ad imprese del genere. Di camminare non si è mai stancato, e anche di correre, ricordando che da giovanotto si impegnava su distanze di mezzofondo, con particolare predilezione per la corsa campestre. E da sempre ha cercato di trasmettere questa sua passione per la corsa agli altri, specialmente ai ragazzi del suo bel borgo di Navazzo, sopra la cittadina di Gargnano, sul lago di Garda.  Ma è passato tanto tempo, oggi ragazzi che corrono sono mosche bianche, restano...i ragazzi di cinquant'anni fa. E, giusto il 1° gennaio 1972, fondò insieme ad altri il Gruppo Sportivo Montegargnano; poi venne la corsa podistica oggi conosciuta come «Diecimiglia del Garda», dove son passati fior di campioni, anzi di Campioni, lettera iniziale maiuscola. La prossima, domenica 1° agosto, 48esima edizione. Soci A.S.A.I. siete invitati.

Se un tempo era la corsa, oggi è il cammino, il trial, il trekking, ce n'è per tutti i gusti. Elio cominciò tanti anni fa, non è un pivellino che segue le mode. Per dire: nel 1975, in occasione dell'Anno Santo, con altri amici del borgo, camminò da Navazzo a Roma. Diremmo che il suo è uno stile di vita, quello del camminare. Nel 2018 coprì la distanza di 2465 chilometri fra Navazzo e Nazaré, in Portogallo (città gemellata per ragioni...pedestri). L'anno scorso fece il giro completo del lago di Garda a livello stradale...stavolta stessa impresa ma passando sulle montagne e alture che stringono in un abbraccio il grande specchio d'acqua. Dislivello positivo di oltre tremila metri...

Elio Forti è dei nostri, uno dei primi a farsi socio, per amicizia, per convinzione, per amore a quello sport che gli ha riempito una grande parte della vita. Sappiate, signori soci, che quest'uomo ha fatto tanto, davvero tanto, per il nostro piccolo gruppo. E continua, in silenzio e senza apparire, a fare. Pensate: in più, senza bisogno di sollecitarlo, paga perfino la quota annuale!

Complimenti Elio! Adesso ti manca solo di programmare il Giro del mondo a piedi.

Last Updated on Wednesday, 09 June 2021 19:02