Messaggio
GS Montegargnano sul Garda dove da sempre crescono limoni, olivi e adesso tanti bravi podisti Stampa

alt

V. Come vittoria. Nella lapidaria consonante il risultato di un anno straordinario per il Gs MonteGargnano. Nell’anno olimpico di Rio che si sta chiudendo i runner portano a casa, sul monte affacciato sul lago, il primo posto assoluto fra le 61 società che hanno partecipato al Campionato dell’Hinterland gardesano. Risultato di prestigio sottolineato dalla partecipazione – oltre cento atlete, atleti, familiari ed amici – al tradizionale incontro di fine anno all’albergo Tre Punte.

 Risultato di un progetto che parte da lontano, di un sogno che non è svanito all’alba. Ma che si è andato concretizzando, corsa dopo corsa, grazie all’impegno di tutti. In testa, per la società presieduta da Antonio Callegari, quello profuso senza sosta da Aurelio Forti, “anima” e vero motore pulsante del gruppo. Che ha sfondato i cento iscritti. E annuncia già altri arrivi. Nel segno della tradizione della Diecimiglia, suo fiore all’occhiello. Corsa internazionale che il prossimo anno compie i primi 45 anni.

“Risultati di primo piano a livello individuale – ha sottolineato Aurelio Forti nel corso della serata -, ma il più eclatante è certamente la vittoria nel Campionato, dove siamo riusciti ad avere la meglio sull’Atletica Falegnameria Guerrini, che da due anni si imponeva con una superiorità che sembrava irraggiungibile”. Qualche numero a ribadire l’impresa sportiva nell’Hinterland: 35 primi posti di gruppo in altrettante gare, 27 secondi e nove volte terzi. Fino a mettere in fila 29.145 punti, ben oltre i 21mila che furono sufficienti per vincere nel 2015. Risultato che, peraltro, è stato festeggiato con il rientro a piedi dall’ultima corsa disputata ai Garletti di Calcinato a Navazzo, in tutto 40 km e rotti, dalla pattuglia guidata da Aurelio Forti. Con punti di ristoro volanti a San Quirico e Fasano. Altra impresa riuscita: ex voto.

Le presenze del sindaco di Gargnano, Giovanni Albini, dell’amico di sempre Gianfranco Scarpetta, del presidente del Circolo Vela di Gargnano, Franco Capuccini, hanno reso valore aggiunto alla serata. Cui ha fatto pervenire il suo saluto Ottavio Castellini, giornalista in attività alla Iaaf, presidente dell’Archivio storico dell’Atletica italiana Bruno Bonomelli e coordinatore del progetto multisport Sognando Olympia, di cui Gs Montegargnano e Cvg sono partner protagonisti.

Infine, passerella per uomini e donne che hanno reso concretezza al sogno sportivo. Non solo con la vittoria nel Campionato Hinterland, ma pure con presenze significative e maratone, gare sulle mezza, in pista e in montagna. Ancora, i trail e oltre, fra i quali la Bvg che ha visto più di 800 atleti al via sui tre diversi percorsi a balcone sul Garda, e i 100 km del Passatore.

Non è mancato il ricordo di Vanni Belloni, atleta di casa a Maderno e di secondo indirizzo sul Monte, mancato nel corso dell’anno, protagonista di molte giornate indimenticabili. Un amico vero, sempre presente. A suo nome il Campionato sociale.

Prossimo appuntamento: a Capodanno, ore 11.30, per il bagno augurale al Lido di Villa di Gargnano. Prosit.